5 Gennaio Gen 2018 1828 05 gennaio 2018

Ricette primi piatti orientali

  • ...

Da tanti anni la cucina asiatica è entrata fra le più amate in Occidente. I sapori decisi e speziati dei piatti orientali fanno parte di tradizioni molto antiche e variegate, grazie anche all’estensione di un continente vastissimo come l’Asia. L’area geografica si può suddividere in tre zone principali che comprendono: la cucina del sud-ovest (India, Birmania,Pakistan e Sri Lanka), quella del nord-est (Corea, Cina e Giappone) e infine quella del sud-est (Thailandia, Laos, Cambogia, Vietnam, Indonesia, Malesia, Brunei, Singapore).

Bami goreng dall’Indonesia

Le spezie e gli ingredienti che caratterizzano queste ricette fanno parte di tradizioni disparate. Un esempio è il bami goreng, un primo piatto indonesiano a base di noodles. Le varianti in proposito spaziano dalla vegetariana a quelle con pollo, pesce, gamberi ecc. Ciò che le accomuna è la stir fry, una tecnica di cottura veloce nel wok, che lascia le verdure croccanti e ricche di gusto.

Gli ingredienti per un bami goreng per 4 sono: 350 g di noodles di frumento, 400 g di petto di pollo tagliato a striscioline, 1/3 di cavolo cinese bianco, 2 carote, 4 cipollotti, 3 uova, 1 spicchio d’aglio, 1 peperoncino rosso piccante, 4 cucchiai di salsa di soia, olio di semi di arachidi, sale. Si tritano insieme aglio e peperoncino. Il cipollotto si pulisce, si sminuzza la parte bianca mentre la verde si riduce in striscioline. Il cavolo e le carote si affettano a julienne. Si fa bollire dell’abbondante acqua salata in cui si versano i noodles, che dopo la cottura si passano sotto l’acqua corrente e si condiscono con due cucchiai di olio. Si sbattono le uova e il sale in una ciotola, si versano due cucchiai di olio in una padella in cui far cuocere la frittatina, che poi verrà ridotta a striscioline. In un wok si scaldano 5-6 cucchiai di olio, in cui si fanno rosolare per un minuto aglio, peperoncino e cipollotti tritati. Si unisce il pollo e dopo un altro minuto, anche le carote, il cavolo e le parti verdi dei cipollotti. Si salta tutto per un minuto e poi si aggiungono la salsa di soia, i noodles e le strisce di frittata, facendo insaporire tutto prima di servire.

Un piatto unico vegetariano dall’India

La seconda ricetta è un primo piatto indiano, vegetariano, speziato e ricco di gusto: il biryani. Per 4 persone sono previsti: 1 carota a cubetti, 1/2 peperone verde a dadini, una manciata di fagiolini tritati, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, curcuma, 1 cipolla piccola tritata, 1/2 cucchiaino di cumino intero tostato, yogurt bianco, 1 patata a cubetti, 1/2 peperone rosso a dadini, 50 gr di piselli surgelati, 1 cucchiaino di garam masala, 225 gr di riso basmati cotto, 1 cucchiaio di anacardi tostati e tritati, 1/2 cucchiaino di peperoncino rosso piccante in polvere. Il forno va preriscaldato a 170 gradi. Tutte le verdure si sbollentano per 3-4 minuti in abbondante acqua salata. Si sgocciolano e si uniscono il concentrato di pomodoro, il garam masala e la curcuma, mescolando bene tutto. In una pirofila si pone metà del riso, coperto da uno strato di verdure e infine la seconda metà del riso a chiudere. Si spolvera sopra la cipolla, il peperoncino, gli anacardi tritati e il cumino. La pirofila si copre con un foglio di alluminio e si cuoce in forno per 15 minuti. Il biryani si serve accompagnato a piacere con yogurt bianco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso