30 Gennaio Gen 2017 0930 30 gennaio 2017

Quali sono le maschere di carnevale

  • ...

Carnevale è ormai alle porte ed adulti e bambini si preparano ad accogliere lieti questo evento, che è da sempre sinonimo di gioia e divertimento. Durante questa festa si balla, si mangia, ci si diverte e, soprattutto, ci si maschera. Nei giorni che antecedono la fine di Febbraio, infatti, la gente di prepara ad indossare i travestimenti più disparati, che possono impressionare la città e le persone intorno. Carnevale è molto sentito soprattutto a Venezia, Sciacca ed altri piccoli paesini dell'Italia. Ma quali sono le maschere di Carnevale?

Quali sono le maschere di Carnevale

Le maschere di Carnevale sono davvero moltissime e tante sono molto belle e colorate. Si ricordano soprattutto:

  • Arlecchino: un bambino Bergamasco che viveva in povertà e con la sua mamma in una piccola casetta. È stato in occasione del Carnevale che la sua scuola organizzo una mega festa ed i bambini dovevano vestirsi in maschera. La madre di Arlecchino, però, non aveva i soldi per cucire un vestito e furono le altre madri a regalargli un pezzo di stoffa.
  • Brighella: anch'egli nato a Bergamo. Il suo vestito indica una persona birbante, bugiardo ed attaccabrighe.
  • Balanzone: uomo di Bologna, noto per pedanteria e superbia.
  • Beppe Nappa: maschera siciliana che si riferisce ad un servo sciocco e svogliato.
  • Colombina: fidanzata e moglie di Arlecchino.
  • Giobbino: contadino rubicondo e buffo.
  • Meo Patacca: esempio di bullo del quartiere.
  • Mezzettino: indice di imbrogli e spregiudicatezza.
  • Pantalone: mercante veneziano, estremamente avaro.
  • Pierrot: servo di grande intelligente e pigrizia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso