2 Febbraio Feb 2017 0559 02 febbraio 2017

Perchè si chiama guerra punica

  • ...

La città di Cartagine, situata a pochi chilometri dall’odierna Tunisi nell’Africa Settentrionale, grazie alla favorevole posizione geografica di cui godeva, era diventata in poco tempo un importante scalo commerciale che collegava tra loro l’Africa e le regioni atlantiche. Fu così che Roma, cominciò a sentirsi minacciata dalla potenza di Cartagine che continuava ad affermarsi in breve tempo.

Piccole informazioni su le guerre puniche

Al fine di far prevalere il proprio controllo sui commerci nel Mar Mediterraneo, quindi, si inasprirono i rapporti tra Roma e Cartagine e scoppiarono le guerre puniche, che si tennero tra le due potenze tra il III e il II secolo a.C., e più precisamente dal 264 a.C. al 146 a.C. Vennero così chiamate in quanto i Romani avevano preso d’abitudine chiamare “punici”, i nemici Cartaginesi con cui entrarono in conflitto, quindi da quì il nome con cui sono rimaste nella storia e vengono oggi ricordate.

Le guerre puniche furono tre in totale e vennero combattute tra il territorio di Roma e Cartagine, e si verificarono così:

  • 264-241 a.C. si svolse la Prima Guerra Punica;
  • 219-202 a.C. la Seconda Guerra Punica;
  • 149-146 a.C. la Terza e ultima Guerra Punica.

Le tre guerre si risolsero con un esito negativo per la potenza africana, ovvero con la sconfitta di Cartagine che venne poi distrutta dall’esercito romano. Ciò comportò l’affermazione della supremazia di Roma sul controllo del Mar Mediterraneo e con la nascita di una Provincia Romana d’Africa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso