2 Febbraio Feb 2017 0952 02 febbraio 2017

Perché si festeggia San Valentino il 14 febbraio

  • ...

Il 14 febbraio di ogni anno si festeggia San Valentino, la festa degli innamorati. Si regalano fiori, cioccolatini, gioielli, si fanno proposte di matrimonio. La maggior parte delle coppie di innamorati celebrano questo avvenimento organizzando serate romantiche ma pochi conoscono l’origine di questa di festa e il perché sia stato scelto proprio il 14 febbraio.

Origine della festa di San Valentino

L’origine è tutta italiana: si trattava di una festività religiosa dedicata a San Valentino da Terni, vescovo e martire, istituita nell’anno 496 D.C. per sostituire la festa pagana dei Lupercali, che si celebrava per venerare il dio Fauno, protettore del bestiame.

Nella celebrazione i romani rendevano omaggio al dio con un rito alquanto insolito: i nomi dei partecipanti, uomini e donne, venivano inseriti in un’urna e poi estratti da un fanciullo, che sceglieva, attraverso il caso, le coppie che avrebbero vissuto assieme per completare il rito della fertilità. La Chiesa, per cercare di fermare questa pratica pagana, cercò di sostituirla con una festività cristiana in onore di un Santo: Valentino di Terni. Secondo la leggenda, il vescovo di Terni fu convocato dall’imperatore Claudio II che cercò di convertirlo al paganesimo, ma a causa del suo rifiuto fu decapitato il 14 febbraio 270. I racconti narrano che durante la prigionia il vescovo s’innamorò della figlia del guardiano della cella e, grazie alla sua fede, le ridiede la vista. Il giorno dell'esecuzione le inviò un biglietto d’addio che finiva con la frase “dal vostro Valentino”.

La festa moderna

La ricorrenza di San Valentino, come la conosciamo attualmente , è una festa moderna e fa riferimento ai bigliettini d'amore che scrisse Carlo duca d'Orleans nel XV secolo mentre era prigioniero nella torre di Londra. Il risvolto commerciale della festa è partito a metà dell'Ottocento direttamente dagli Stati Uniti: è da qui che San Valentino diventa ufficialmente business.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso