25 Aprile Apr 2017 1846 25 aprile 2017

Università dove insegnò Einstein

  • ...

Albert Einstein nasce in Germania nel 1879 e più precisamente a Ulm.

Fin da giovane il suo interesse primario furono la matematica e le scienze.

Basti pensare che imparò addirittura la geometria da autodidatta.

Insegnò matematica e fisica dopo essersi laureato nel 1900 e lavorò anche all'ufficio brevetti. Riuscì ad ottenere il dottorato e poi insegnò a Berna.
Pubblicò in seguito diversi scritti sulla quantizzazione della luce, l'energia dei quanti e sul concetto di fotone, oltre al dualismo di particella della meccanica quantistica.

Diventò direttore presso l'Istituto di Fisica dell'Università di Berlino e pubblicò l'articolo sull'effetto fotoelettrico della radiazione elettromagnetica dei quanti. Lo studio intrapreso lo portò al Premio Nobel per la fisica.

La teoria di Einstein più famosa fu quella sulla Relatività ristretta o speciale con il concetto di spazio e di tempo assoluti, integrata poi dalla relatività generale con le proprietà dello spazio-tempo a quattro dimensioni.
Ma non si fermò nello studio e continuò con la nozione di emissione stimolata, applicata poi al laser.

Università di Princeton


Nel 1932 Einstein si trasferì negli Stati Uniti per andare a lavorare all'Università di Princeton che è sempre stata fra le più prestigiose Università del mondo ed è la quarta più antica istituzione degli Stati Uniti. Nel 1921 venne aperta la Fine Hall che comprendeva il Dipartimento di Matematica. Quest'ultimo era stato progettato come un grosso edificio dai mattoni rossi e dal tetto in ardesia, e proprio lì vicino Albert Einstein insegnò per diversi anni all'Institute for Advanced Study, a partire dal 1933.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati