30 Dicembre Dic 2017 1000 30 dicembre 2017

Quali sono i balli standard

  • ...

Se, nella guida precedente, abbiamo analizzato i vari tipi di balli da sala, adesso ci concentriamo sui balli standard.

Come si vede, il ballo è un vero e proprio sport, dalle mille sfaccettature, adatto per ogni età e livello di preparazione; lo si può eseguire sia a livello amatoriale che professionale e, senza ombra di dubbio, è una disciplina che cura il corpo e lo spirito.

Occorre necessariamente, però, fare una distinzione tra il ballo liscio e il ballo, appunto, standard.

Il liscio, tradizionalmente più conosciuto, comprende:

  • La Mazurka, danza di coppia dal ritmo ternario
  • il Valzer Viennese, considerato quasi un gioco di coreografie, in quanto ha uno stile molto rapido;
  • la Polka, è un ballo a tempo binario.

Esse vengono comunemente ballate nelle sale da ballo anche italiane, ma la loro origine proviene dall’Europa centrale.

Il ballo standard, invece, include:

  • il Valzer inglese, considerato il più significativo. Esso si compone da una serie di passi avanti e indietro e da molti volteggi;
  • lo Slow Foxtrot, un ballo molto delicato, che segue diverse direzioni;
  • Quickstep, versione più vivace del Fox Trot. È un ballo elaborato e anch’esso frenetico.

Questa tipologia di balli, invece, nasce prevalentemente in Gran Bretagna e in America e sono caratterizzate, come abbiamo visto, da un ritmo veloce, frenetico e leggero.

Per chi ama la danza, sappia che il “ballo standard” è il livello più alto.

Non a caso, anche i balli standard sono riconosciuti dalle federazioni e molte sono le competizione che, annualmente, si svolgono in ogni Paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso