27 Gennaio Gen 2017 0916 27 gennaio 2017

Perché si clicca mi piace su Facebook

  • ...

Dal suo lancio avvenuto nel 2005, con il nome attuale di Facebook, il Social Network più utilizzato al mondo è stato caratterizzato da un'opzione (presa in prestito e modificata successivamente dagli altri social) ben precisa: il pulsante “mi piace” o anche conosciuto con “like” associato ad un'icona a forma di pollice in su.

Il “mi piace” serve per esprimere l'apprezzamento ad un post o di uno stato condiviso dagli amici, ma quali motivazioni si nascondono dietro al pollice in alto? Ecco le 4 spiegazioni più comuni.

Il mi piace disinteressato

Il mi piace disinteressato ricorda molto il 6 politico che si dava a scuola negli anni '70, ossia un apprezzamento generale, dato senza quasi pensarci, in sostanza una gentilezza che non si nega mai a nessuno, soprattutto se è un amico anche nella vita reale.

Lo stalker

È un “mi piace” dato probabilmente da qualcuno a cui si ha accettato l'amicizia, ma che nella vita reale non si conosce o si conosce poco. In genere mette il like spinto dalla voglia e dalla curiosità di conoscere meglio l'altra persona, fino a quasi diventare uno stalker (nel senso buono del termine).

Il tacito scambio

Per tacito scambio si intende il “mi piace” dato per buona educazione: tu metti mi piace a me ed io in cambio lo metto a te.

L'intellettuale

Generalmente questa tipologia di “mi piace” è spinta da un'unica motivazione e solo per una categoria di post: articoli di giornali online, per esprimere apprezzamento ad idee politiche/intellettuali comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati