13 Febbraio Feb 2017 0710 13 febbraio 2017

Cos'è la maternità surrogata

  • ...

La denominazione "maternità surrogata" non è altro che l'utero in affitto, dove la donna che si presta a questa situazione ottiene la fecondazione assistita e procede nella gestazione e parto del " bimbo su commissione”.

A lei si possono rivolgere sia coppie che single ai quali dovrà consegnare il figlio. La fecondazione viene eseguita con il seme o con gli ovuli delle persone che richiedono questo tipo di maternità oppure può avvenire con donatori e donatrici.

Due tipologie diverse di maternità surrogata


La maternità surrogata tradizionale non è altro che l'inseminazione dell’ovulo della donna surrogata che diventa madre biologica.
Nella maternità surrogata gestazionale invece la madre surrogata non ha nessuna relazione genetica con il bambino. Ecco perché nell'utero l'embrione sarà quello in vitro e potrà essere imparentato con coloro che hanno richiesto la maternità oppure provenire da donatori o donatrici.

Come funziona la maternità surrogata


Negli Stati Uniti la maternità surrogata è legale e può essere richiesta all’amica o ad una parente, ma di solito ci si rivolge ad un’agenzia che gestisce tutta la procedura dall'inizio alla fine e aiuta sia i committenti che le madri surrogate.
In Italia invece è illegale, anche se una sentenza del 2015 ha consentito ad una coppia con maternità surrogata all’estero la genitorialità senza nessun legame biologico. E' stato solo un caso, in quanto all'inizio non era possibile neppure effettuare la trascrizione dell’atto di nascita.

Comunque sia le fasi della maternità surrogata vengono sempre seguite dal centro di fecondazione assistita con controlli medici su tutte le persone che si considerano coinvolte in questo tipo di maternità. Tuttavia, esistono dei controlli che le madri surrogate potrebbero non effettuare per una loro decisione personale. Infatti ci sono delle donne americane che non si rendono disponibili ad esami troppo invasivi se non sono necessari.

Alla fine è necessario conoscere bene quali potrebbero essere gli ostacoli più importanti prima di iniziare questo percorso, oltre ad affrontare il tutto con una certa dose di consapevolezza e responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso