9 Marzo Mar 2017 1300 09 marzo 2017

Come descrivere un paesaggio

  • ...

Chi dipinge o scatta delle belle foto per passione potrà descrivere al meglio un qualunque paesaggio. Anche coloro che scrivono romanzi sanno come catturare l'attenzione e far scoprire l'ambiente e la natura che circonda le varie situazioni del racconto.

Ma per tutti coloro che devono, per diverse ragioni, parlare di un paesaggio non c'è bisogno di essere dei grandi poeti o pittori per far capire nei particolari la bellezza di un'ambientazione qualunque.

Infatti, la descrizione di un paesaggio marino o di montagna, di città o magari più astratto è un compito assai importante in quanto dovrà essere il più reale possibile.

Si potrebbe iniziare nel raccontare che tipo di ambiente si descrive e poi il suo sfondo in generale. Si procede quindi evidenziando i colori e i particolari che si vedono al centro e in primo piano, completando infine il quadro di profumi e sensazioni.

Com'è questo paesaggio?


Per descrivere per esempio un paesaggio "Notturno" e in riva al mare, dove le onde sono scure e c'è il vento, il rumore delle stesse ci accompagna nel narrare il dipinto, la foto o il momento vissuto. Tuttavia, una musica si sente in lontananza, mentre intorno tutto tace. E' l'ombra della notte che si allunga e colora intorno.

S'odono rumori nascosti
tra le mura dei sogni,
dove non solo il respiro
agghiaccia.
Le note lugubri
nel buio s'allungano piano
sulla grande luna.
Ed il vento
vola audace sulle onde
di un fascinoso mare
d'oscura paura.
Ancora esita
la notturna musica
tra ombre e suoni.
Mentre nella notte scura
e nella pace,
i medesimi traduce;
tace.

Descrivere un paesaggio infatti significa proprio questo: riassumere ciò che si vede in un complesso e meraviglioso connubio di realtà ed emozioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso