20 Marzo Mar 2017 1202 20 marzo 2017

Perché non si passa sotto la scala

  • ...

Nelle tradizioni popolare è sempre immancabile la presenza della fortuna, con molti riti e gesti che permettono di attirarla e, ovviamente, altrettante pratiche che invece evocano il malocchio e la sfortuna. Anche in Italia non mancano le credenze popolari al riguardo, basta pensare al ferro di cavallo o al classico cornetto napoletano; sono tanti anche i segni latori di sventura, gli specchi rotti, i passaggi dei gatti neri e, appunto, il passaggio sotto ad una scala.

Perché passare sotto ad una scala porta sfortuna

La superstizione per cui il passaggio sotto ad una scala sarebbe di cattivo auspicio è radicata in credenze veramente molto antiche, che hanno accompagnato il nostro popolo, al pari di altre culture. Presso gli antichi egizi, per esempio, il triangolo era una figura sacra, così come per i greci e altre civiltà del passato la figura triangolare era sinonimo e simbolo di perfezione. Utilizzando un po’ di immaginazione, si può ben notare che una scala appoggiata a un muro o ad un’altra superficie qualsiasi costituisce proprio un triangolo; in questo modo, passare sotto ad una scala significherebbe rompere la figura sacra per eccellenza ed inimicarsi gli dei, andando a complicarsi la vita.

Anche la tradizione cristiana, sin dai suoi primi anni di vita, ha dato grande importanza alla figura del triangolo, basta pensare al dogma cardine della Trinità: attraversare il triangolo formato dalla scala con la parete, significa andare a rompere e contaminare la pura unità sacra del legame trinitario.

Se si vogliono cercare spiegazioni più profane, si può fare riferimento alla cultura medioevale: chiunque ha visto qualche film ambientato in questo periodo ha chiare in mente le immagini degli attacchi ai castelli, in cui si cercare di trovare un varco nelle mura o di scavalcarle con lunghissime scale, tenute ferme dai soldati a terra; proprio i soldati che tentavano l’assedio erano le facili prede dei cosiddetti bagni mortali, quando gli assediati lanciavano dalle mura delle colate bollenti di olio, per respingere gli invasori. Da quel momento, passare sotto ad una scala significherebbe andare a mettersi in una posizione sconveniente e sfortunata, molto pericolosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati