26 Marzo Mar 2017 1150 26 marzo 2017

Come fare vuoto nei condizionatori

  • ...

I condizionatori, nel tempo, sono diventati, grazie al progresso tecnologico, dei veri e propri "gioiellini", per climatizzare gli ambienti domestici, industriali e professionali. Si possono acquistare, ormai, dappertutto: dai Brico-center, ai negozi di elettrodomestici e, ovviamente, nei centri di impiantistica.

Sembrano talmente semplici che invogliano, chi li acquista, a tentare il "fai da te".

Attenzione, però, che non è semplice quanto sembra. Ad esempio, il vuoto nell'impianto, che è un'operazione sempre consigliabile (anche se c'è chi sostiene che non è assolutamente necessario), è molto importante. Sarebbe, comunque, consigliabile, diffidare da coloro che sostegono non essere un'operazione necessaria: specie per piccoli impianti (domestici), dove le distanze dei tipi siano minime.

Se si vuole, comunque, avere un impianto efficiente, sicuro, senza perdite e senza condensa nei tubi l'operazione di vuoto nell'impianto è necessaria per alcuni buoni motivi. La presenza di aria nell'impianto può compromettere il buon funzionamento del compressore, a causa dell'umidità.

Si possono, inoltre, rovinare i rubinetti e avere perdite di gas.

Se si è, comunque, relativamente esperti, bisogna, sempre, prima di caricare il gas, effettuare il vuoto nell'impianto per eliminare, totalmente, l'aria, dotandosi di una pompa apposita, per creare il vuoto, che può essere di tipo monostadio e bostadio, da 42 o 70 litri/minuto. Da 42 è sufficiente per un impianto domestico. In commercio si trovano varie marche e potenze diverse.

Questa operazione assicurerà il buon funzionamento degli elementi. Attenzione, poi, che l'installazione non certificata faccia decadere la garanzia del costruttore in caso di guasti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati