29 Marzo Mar 2017 1956 29 marzo 2017

Perchè si dice 2.0

  • ...

In un mondo sempre più dominato dagli smartphone, ossia i cellulari intelligenti, le grandi invenzioni scientifiche e la voglia di continuare ad evolversi e migliorare sempre il panorama che ci circonda, la tecnologia oltre ad essere entrata di prepotenza sulla prime pagine dei giornali e dei telegiornali, ha fatto la sua apparizione anche nel linguaggio. Sempre più utilizzata dalle nuove generazioni l’espressione: “2.0” o talvolta trovata scritta come ”due punto zero”. Si tratta di una locuzione aggettivale sempre posposta che sta a significare “nella sua versione più recente ed aggiornata”, utilizzata non solo in accompagnamento ad una terminologia tecnica, ma estesa a qualsiasi entità che sia all’altezza della modernità, come per esempio una “Guida alla Mamma2.0” per mostrare come debba comportarsi la nuova mamma in rapporto con le generazioni più giovani. Nel mondo dei computer e delle applicazioni il 2.0 è usato per indicare la pubblicazione o la presenza di un nuovo prodotto che va a sostituire un uguale prodotto preesistente migliorandolo in alcuni suoi aspetti: un telefono dopo qualche anno può essere riproposto sul mercato nella sua versione aggiornata, ossia nella sua versione 2.0. Così nel linguaggio gergale tale espressione è usata per indicare qualsiasi cosa nuova che ha dovuto adattarsi alle esigenze della nuova generazione, modificandosi rispetto alla sua versione antica, che però apparteneva ad un tempo passato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati