31 Marzo Mar 2017 0934 31 marzo 2017

Perché si dice Milano da bere

  • ...

Anche se non si abita a Milano o nelle sue vicinanze, l'espressione “Milano da bere” è ormai pressoché conosciuta in tutta Italia. A differenza di molti altri modi di dire, le sue origini sono recenti ed è entrato nel linguaggio comune grazie ad un potente mezzo di comunicazione: la pubblicità televisiva.

Creazione e diffusione dello slogan

Gli anni '80 milanesi sono stati caratterizzati da un benessere diffuso e da un'attività finanziaria senza eguali nel resto dell'Italia, oltre a ciò il capoluogo lombardo divenne il centro del potere del Partito Socialista durante il famoso periodo Craxista.

La frenetica attività lavorativa e l'ambizione per raggiungere uno status sociale in una posizione sempre più alta, meglio nota con il termine “rampatismo”, nel 1985 ispirarono al pubblicitario Marco Mignani, lo slogan “Milano da bere” per la réclame dell'Amaro Ramazzotti. Ecco perché l'espressione, oltre ad essere conosciuta da Nord a Sud Italia, nel tempo è entrata a far parte del linguaggio comune.

Marco Mignani

Marco Mignani è stato uno tra i più famosi pubblicitari italiani, di cui ancora oggi importanti slogan portano la sua firma:

  • Scottex: dieci piani di morbidezza
  • Fonzies: se non ti lecchi le dita, godi solo a metà
  • Beltè: più buono proprio non ce n'è
  • Lindor: il cioccolato che si scioglie in bocca.

Oltre alla pubblicità, Mignani si occupò anche della realizzazione di alcuni slogan politici tra i quali anche per Democrazia Cristiana, che conteneva “Forza Italia” divenuto più tardi il nome del partito fondato da Silvio Berlusconi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati