16 Aprile Apr 2017 1714 16 aprile 2017

Perchè si dice meneghino

  • ...

Meneghino, dal dialetto milanese meneghin, è un termine dialettale utilizzato per indicare una persona generosa, proprio per fare riferimento alle caratteristiche dell’indole dei cittadini

Milano: capoluogo meneghino

Si dice che il popolo ed i cittadini dell’area del Milanese sia gente meneghina. Ma cosa significa questo aggettivo? Per una persona che non proviene dall’hinterland di Milano, il significato di questo termine è assolutamente sconosciuto. Per questo, dobbiamo cercare di chiarire per fare comprendere la motivazione e le ragioni della scelta di questo appellativo.

Meneghin è il diminutivo di Domenico, si tratta di una maschera della Commedia dell'arte che simboleggia ed è l’emblema del capoluogo lombardo. Era infatti un personaggio “bonaccione”, non una maschera, un personaggio genuino sincero, e disponibile con tutti. Proprio per le sue caratteristiche di essere sempre disponibile e generoso con tutti i forestieri, come il popolo milanese, il contadino “fanfarone” è rimasto ancora oggi la maschera milanese per eccellenza.

Meneghino: la maschera emblema di Milano

Meneghino ovvero Domenico è il simbolo dell'animo patriottico milanese durante la dominazione asburgica. Si tratta di un personaggio senza maschera. Con volto sereno, animo gentile, sempre disponibile con gli altri, una persona docile e “bonacciona”, sempre cortese e servile verso gli altri.

Queste caratteristiche peculiari fanno di Meneghino un personaggio libero, aperto dalle uniformità caratteristiche di uno stereotipo fissato; presente anche nel teatro dei burattini (magatej in dialetto) tra il 1800 e il 1950. Meneghino era, ancora prima, una maschera popolare milanese del teatro settecentesco e ottocentesco, che rappresentava il servitore, una persona zotica ma buona, uno spavaldo a parole, le cui caratteristiche sono la laboriosità, l’ospitalità, la simpatica cordialità, peculiarità tipiche de popolo milanese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati