18 Aprile Apr 2017 1859 18 aprile 2017

Come si danno le carte a Briscola

  • ...

Alla Briscola si gioca un po' ovunque lungo tutto lo stivale. Infatti è molto diffusa in Italia e possiede diverse varianti regionali. E' sicuramente un gioco divertente che allieta i pomeriggi delle persone anziane, ma è adatto anche per tutte le età.

A questo bel gioco si gioca con 40 carte che formano un mazzo e le stesse sono divise in quattro semi. A Briscola prendono parte di solito da 2 a 4 giocatori, oppure 2 coppie.

La Briscola ha origine nei Paesi Bassi dove venne creata verso la fine del Cinquecento, poi si diffuse anche in Italia tramite i francesi, e fino ai giorni nostri ha subito molteplici variazioni, tanto da essere considerata un gioco italiano. Infatti le modifiche non sono solo regionali, ma anche strutturali in quanto trasformano quasi completamente il gioco originale della Briscola.

Come dare le carte a Briscola


Dopo aver mescolato il mazzo si distribuiscono in senso antiorario ad ogni giocatore tre carte date insieme. A questo punto non resta che scoprire la prima carta del mazzo che verrà posizionata scoperta sul tavolo al fine di rappresentare il seme della Briscola per quella mano. La carta scoperta verrà riposta sotto al mazzo rimanente in modo da essere visibile a tutti i giocatori; infatti di solito si sistema a metà. Questa carta verrà pescata per ultima e comunque, dopo aver distribuito le carte, si inizia la partita.

Esiste però un altro modo per dare le carte a Briscola. Infatti dopo che i giocatori hanno preso il loro posto si stabilisce a turno chi farà il mazziere che dovrà mescolare le carte fra di loro senza guardare e poi dovrà distribuire 3 carte per ogni giocatore compiendo 3 giri, quindi ad ogni giro di carte ne lascierà una per ogni giocatore. Per ultima viene posiziona una carta sul tavolo da gioco che verrà coperta per metà dal mazzo rimanente. Questa è la carta che indica il seme della Briscola e verrà pescata per ultima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso