17 Maggio Mag 2017 1232 17 maggio 2017

Come stare svegli quando si ha sonno

  • ...

Il tempo sì sa non è mai abbastanza, rema contro e non si può fermare.
A fine serata, quando si fanno i conti con gli impegni ancora da sbrigare, ci si rende sempre conto che il tempo a disposizione non è mai stato abbastanza.
Allora perché non portare a termine i propri impegni entro l'arco della giornata? Quando si può terminare una cosa oggi, perché rimandarla a domani?
La stanchezza di fine giornata, però, può essere un chiaro ostacolo per terminare del lavoro arretrato, e il sonno può colpire quando meno ce lo si aspetta. Se si è di fronte ad una corsa contro il tempo, e si vogliono sfruttare quante più ore dell'arco giornaliero (e notturno), si possono tenere a mente alcuni consigli, che allontanano il sonno, ricaricano le energie e fanno portare a termine i compiti programmati.

Fare una doccia fredda

Non c’è rimedio più efficace se non quello di risvegliare i 5 sensi con una doccia di acqua fredda, magari accompagnata da un gradevole bagno schiuma dal potere energizzante: risveglia istantaneamente il cervello e ridona una carica immediata.
Da evitare bagni d’acqua calda che alterano il calore corporeo e porterebbero ad un senso di sopore.
Se proprio non si sopporta l’acqua fredda, alternare il calore dei getti per attivare la circolazione e infondere un senso di lucidità a mente e corpo.

Concentrarsi sull’obiettivo da portare a termine


Tenere a mente il traguardo da raggiungere è sicuramente un valido incoraggiamento che alzerà il livello di attenzione e darà uno stimolo in più per terminare il lavoro svolto.
Pensare al raggiungimento dello scopo come ad una gara di corsa, prima si taglia il traguardo e prima si potrà godere delle fatiche spese.

Dare importanza all’alimentazione


Vi è una stretta connessione tra il senso di stanchezza e il cibo. Ciò che si mangia può infatti condizionare la giornata, influendo sulle energie del corpo e determinando il livello di affaticamento mentalale. Trasformando il cibo in energia, la nostra mente richiede alimenti salutari per spendere al meglio le forze. Se si prospetta una giornata pesante, dove il cervello deve rimanere vigile e attento anche durante le ore notturne, è utile cercare di mangiare moderatamente durante il giorno, favorendo cibi ricchi di omega3 come pesce, legumi e frutta secca. Da evitare i junk food che porterebbero ad un senso di pesantezza che prima o poi sfocerà nell’assopimento.

Fare una scorta di Energy drink e bevande alla caffeina

Il caffè è il miglior alleato contro la stanchezza, ma vi sono bevande molto simili da poter assumere, che svolgono la stessa funzione eccitante della caffeina. Thè nero, bevande contenente succo di guaranà hanno un’azione anti-fatica e possono rivelarsi validi surrogati del caffè che assicurano il medesimo effetto sveglia. Consigliati i classici energy drink che stimolano la concentrazione, ma sempre senza farne un abuso eccessivo.

Importante

Condizionare il proprio corpo ad un cambiamento repentino può essere una minaccia allo stato di salute. Lo sanno bene gli studiosi del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston che grazie ad una ricerca condotta da Daniel Cohen hanno rilevato come la mancanza di una sana dormita possa aggravare sulla condizione fisica dell’uomo.

In particolare, si è riscontrato che stravolgere i ritmi del sonno per un tempo costante, incide sulla stessa performance da svolgere. Inoltre, una successiva dormita non compenserà le ore perse: a lungo andare, le attività cognitive subiranno effetti controproducenti proprio perché il sonno arretrato non riuscirà mai ad essere recuperato.

La conclusione è un debito cronico del sonno con tanto di conseguenze per il sistema nervoso. Attenzione quindi a non sconvolgere troppo i ritmi della nostra mente, potrebbero accadere conseguenze non proprio attese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati