26 Maggio Mag 2017 2224 26 maggio 2017

Cosa vuol dire millesimato

  • ...

A qualcuno sarà sicuramente capitato di sentire il termine millesimato senza saperne il significato. Si tratta di un parola utilizzata soprattutto per definire gli spumanti, in particolare quelli che sono stati prodotti con i vini che appartengono ad una singola annata, ossia il millesimo. Solitamente l’anno di raccolta dell’uva, e quindi il millesimo (annata), compare soltanto sull’etichetta degli spumanti che vengono ottenuti dalla vinificazione delle uve.

Perché viene usato?

Il termine millesimato dunque non viene utilizzato sull’etichetta degli spumanti e degli champagne ottenuti grazie all’assemblaggio dei vini che provengono da cru, vignetti e annate diverse. Inoltre bisogna precisare che i millesimati, nella maggior parte dei casi, vengono prodotti in annate speciali.

Cosa dice la legge

E utile far presente che comunque la legge indica qual è la percentuale minima di uva che è stata prodotta nell’anno di riferimento. La percentuale solitamente si aggira intorno all’85%. Un vino millesimato del 2003 quindi non è sicuro che sia stato vinificato con la totalità di uve che sono state prodotte in quello stesso anno. Nonostante ci sono produttori di alto livello che nelle schede tecniche indicano la percentuale specifica di uve del millesimo. C’è da dire che comunque una frazione di vino di altri anni può andare a migliorare molte caratteristiche della base dell’annata singola. La frazione del vino del millesimo, in ogni caso, dà un’impronta significativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso