29 Maggio Mag 2017 1718 29 maggio 2017

Come riutilizzare la cenere del camino

  • ...

Il camino è un lusso che tanti amano concedersi, soprattutto in vista delle fredde sere invernali. Per tutti coloro che non sanno come sbarazzarsi della cenere prodotta dalla legna o dal pellet bruciati, qui si riassumeranno una serie di idee per riciclare la cenere, che può risultare veramente preziosissima, per la manutenzione dei mobili, la cura del giardino e, addirittura, la preparazione del sapone.

La cenere come sapone

Ovviamente la cenere non viene impiegata per fare saponi, ma si può mischiare all’acqua di cottura della pasta o all’acqua fredda per pulire, lavare e, soprattutto, sgrassare, grazie all’azione abrasiva propria della cenere.

Se aggiunta all’azione sgrassante della acqua di cottura della pasta, si crea un composto perfetto per lavare a fondo le casseruole, pulire le zone annerite del forno, pulire il barbecue, trattare le padelle e il pentolame e rimuovere i residui di carbone dal camino.

La cenere nel giardinaggio

La cenere è un ottimo fertilizzante, da cospargere sulla superficie del terreno, tuttavia funziona anche se aggiunta al compost o al terriccio nel vaso e nell’aiuola, usando, come proporzione, mezzo bicchiere di cenere per ogni pianta, specie se amante dei terreni alcalini.

Oltre a questo utilizzo, la cenere si può usare per tenere lontani i parassiti dalle piante, combattere le malattie fungine degli alberi, concimare i pomodori. L’efficacia della cenere nell’agricoltura è data dalla presenza di tante sostanze nutritive, tra cui il potassio, il fosforo e il calcio.

La cenere negli utilizzi casalinghi

La cenere è un valido anticalcare per combattere tutte quelle incrostazioni che si formano quando la durezza dell’acqua è elevata: un po’ di cenere su un panno bagnato può ridare lucentezza e brillantezza ad ogni superficie.

Se in casa si tengono degli animali o c’è parecchia umidità, la cenere è adatta ad eliminare gli odori sgradevoli, strofinandone una manciata nella cuccia del cane, o aggiungendola alla lettiera del gatto. Infine, per chi volesse, la cenere, mischiata ad acqua e bicarbonato, è perfetta per pulire l’argento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso