5 Luglio Lug 2017 0706 05 luglio 2017

Perché i sogni non si ricordano

  • ...

Molte persone al risveglio non ricordano i propri sogni.

Questo fatto sarà forse dovuto dalla mente stessa che li cancella?

E poi come mai solo certe persone non li ricordano, mentre altre sì?. Ma non finisce qui, perché la stessa persona può ricordarne alcuni e altri no.

I sogni ci fanno pensare, tanto sono affascinanti e imprevedibili. Ve ne sono certi che si ricordano perfettamente nei particolari e nei dettagli, altri invece che sono assurdi e non sembrano appartenere alla persona che li ha sognati. Poi ci sono quelli che non vengono memorizzati, ma che lasciano comunque delle sensazioni strane.

Comunque sia, di solito e per tantissime persone, il sogno non viene ricordato.

Cosa capita durante il sonno


Quando si chiudono gli occhi e ci si addormenta tutti i muscoli si rilassano, compreso il cervello. Ma nella fase R.E.M. del sonno lo stesso cervello si attiva per fornire immagini e sensazioni rielaborando luoghi e situazioni.

Alcuni neuroscienziati hanno cercato di capire perché si dimenticano o si ricordano i sogni, senza fino ad ora aver potuto convalidare le proprie teorie.

Questi ricercatori hanno dimostrato che se la corteccia cerebrale ha delle oscillazioni elettriche piuttosto lente o meglio delle onde theta presenti sull'area frontale nella fase REM, la persona ricorderà il sogno al risveglio.

Durante la veglia può capitare la stessa cosa.

Altri studiosi invece affermano che l'esperienza onirica non si limita alla fase REM, ma è distribuita in tutto il periodo del sonno.
In questo caso, il ricordo del sogno dipende dall'assenza o dalla presenza delle oscillazioni elettriche chiamate onde alpha.

Per questo motivo il sogno resterà nell'oblio e mai ricordato se queste onde sono assenti.

Ma se si volesse approfondire l'argomento dei sogni ecco alcune guide interessanti: il significato dei sogni realistici, e perché i sogni si ripetono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso