4 Agosto Ago 2017 0810 04 agosto 2017

Come giocare al Paroliere

  • ...

Il divertente gioco del Paroliere aveva una griglia di 16 dadi e sulle facce di ogni dado c'erano delle lettere. Questi dadi dovevano essere lanciati all'inizio del gioco per ottenere le varie lettere con le quali giocare.

Come si gioca al Paroliere


Il Paroliere è un classico gioco da tavolo che è composto da una griglia contenente dei dadi con delle lettere. Dopo aver lanciato i dadi, gli stessi vengono sistemati per riuscire a comporre delle parole usando le lettere vicine sia in orizzontale che in verticale o in diagonale.

Lo scopo del gioco è quello di trovare più parole possibili rispettando il tempo stabilito.

I giocatori sono 2 o di più e dovranno comporre tutte le parole che si possono ottenere con le lettere messe a disposizione. Ogni parola ha un valore composto dal numero di lettere usate e quindi ottenuto dalla lunghezza della parola stessa.

Giocare al Paroliere significa usare la propria cultura e l'ingegno, ma soprattutto è sinonimo di divertimento e voglia di confrontarsi, infatti è uno dei giochi da fare in casa con amici o parenti per trascorrere un pomeriggio in allegria o una serata piacevole.

Paroliamo


Il Paroliere come abbiamo già accennato diventò pure un programma in tv molto apprezzato. Si chiamava Paroliamo, ma si usavano le carte per comporre le parole. Infatti c'erano le carte rosse per le vocali e le blu per le consonanti.

Il giocatore prendeva 10 carte dai mazzi e iniziava a comporre una parola che doveva essere possibilmente molto lunga. Si guadagnavano punti contando le lettere della parola creata che poteva essere un sostantivo, un aggettivo o un verbo.

E se il conduttore nutriva dei dubbi sulla validità della parola, niente paura, il vocabolario risolveva tutto.

Ruzzle


E che dire di Ruzzle, il videogioco disponibile per diverse piattaforme e anche in multiplayer. E' sicuramente un bel gioco che deriva dal Paroliere, ma le sfide si svolgono in internet con gli utenti o gli amici collegati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso