12 Agosto Ago 2017 0758 12 agosto 2017

Quanti tipi di tè esistono

  • ...

Camellia Sinensis


Molti tipi diderivano dalla Camellia Sinensis, una pianta dell’Asia, che cresce anche in altre parti del mondo.

Tipi di tè


Le varietà di tè sono oltre 3.000; tuttavia, per capire le varie tipologie bisogna sapere quali sono le categorie base:

  • - il Tè Nero è prodotto dalle foglie della Camellia Sinensis fatte essicare e fermentate per ottenere un'ossidazione completa. E' un tè scuro e forte, dal sapore intenso e da un'elevata percentuale di caffeina. Un tipico tè nero è il Puer, consumato in Cina fin dai tempi antichi. Mentre le varietà più comuni sono:

  • Darjeeling dell’Himalaya,
  • Orange Pekoe di Ceylon
  • English Breakfast

  • - il Tè Verde è essicato e ossidato parzialmente, racchiude tanti benefici e poca caffeina. Il suo sapore è delicato e dalle diverse sfumature. La varietà più famosa è quella di Matcha dal Giappone, che viene usato per la cerimonia del tè. Ma ne esistono altri tipi come il Gyokuro

  • - il Tè Bianco si ricava dai giovani germogli e viene lavorato manualmente. E' delicato e dolce. Di questo tipo di tè è giusto nominare il Hojicha o Kukicha che è privo di caffeina e si prepara non con le foglie, ma con i rami della Camellia sinensis

  • - il Tè Oolong o Wulong invece è una via di mezzo, infatti ha le caratteristiche del tè nero e del tè verde

  • - il Tè aromatizzato è ottenuto dalla miscela del tè nero, tè verde, tè bianco e altre foglie e fiori, oppure dall'aggiunta di spezie e aromi, come la miscela al bergamotto denominata Earl Gray


Alla fine, le diverse varietà di tè derivano dalle differenti lavorazioni, dalla crescita e dalla coltivazione, oltre alle varie località di provenienza e ai metodi di essiccazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso