26 Ottobre Ott 2017 1800 26 ottobre 2017

Quali sono i poteri della regina d'Inghilterra

  • ...

La Regina d’Inghilterra (attualmente Elisabetta II di casa Windsor, al trono dal 1952) è un capo di Stato formale e cerimoniale. Non fa parte del governo, ma riceve settimanalmente il primo ministro per riunioni nelle quali ha il diritto di esprimere il proprio parere ma è tenuta a rispettare le decisioni del primo ministro e del parlamento. Su queste riunioni private non viene redatto alcun documento ed entrambe le parti hanno l'obbligo di garantire che le informazioni non siano mai divulgate.

La legge e le tasse

La Regina è considerata al di sopra della legge, nel senso letterale del termine poiché immune da procedimenti giudiziari. Ella inoltre non potrà mai essere chiamata a testimoniare in tribunale. Un altro aspetto importante è che ogni legge, terminato l’iter legislativo in Parlamento, deve ottenere l’approvazione della Regina, ovvero ricevere “l’assenso reale”. Tuttavia bisogna ricordare che dal 1700 nessun monarca britannico si è mai rifiutato di firmare una legge. Elisabetta II, assieme al titolo di regina, è al vertice di altre cariche: è capo della Chiesa anglicana, capo del Commonwealth e capo delle forze armate.

I “prerogative powers”

Sua Maestà possiede infatti i cosiddetti “prerogative powers”, privilegi che spettano solo al Monarca in quanto tale. Per esempio:

  • Non paga le tasse
  • Non ha bisogno della patente per guidare
  • Non necessita del passaporto per viaggiare
  • Ha un bancomat personale
  • Festeggia due compleanni; quello celebrato “ufficialmente” a giugno e quello anagrafico, il 21 aprile

Tra i poteri più curiosi troviamo quello che caratterizza i sovrani anche nelle favole: nominare i cavalieri! Nel concreto Sua Maestà attribuisce il titolo di Cavaliere o quello di Sir o Dame a coloro che abbiano dato prestigio al Regno Unito in ambito artistico, culturale, sportivo, economico, scientifico ed educativo. Il privilegio forse più bizzarro è il fatto che la sovrana possiede tutti i cigni non marcati in acque libere nel Regno Unito, in particolare "esercita la podestà solo su quelli presenti sul Tamigi e negli affluenti circostanti". Elisabetta II, come coloro che l’hanno preceduta, ha anche il dominio su una grande varietà di animali acquatici presenti nelle acque britanniche, come storioni, balene e delfini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso