3 Novembre Nov 2017 1543 03 novembre 2017

Proprietà bacche di ginepro

  • ...

Il Ginepro è una pianta denominata Juniperus communis, cioè si parla di un sempreverde che appartiene alle Cupressaceae, ed è un arbusto spontaneo di montagna e delle zone incolte. Raggiunge i tre metri circa e possiede delle foglie aghiformi. Fiorisce alla fine della primavera con dei fiori gialli, in seguito gli stessi diventano delle bacche blu o viola che si raccolgono in autunno per farle poi essiccare all'ombra.

Cosa contengono le bacche di Ginepro

Le bacche di Ginepro contengono dell'olio essenziale composto da: terpineolo, pinene, canfene, beta-pinene, mircene, sabinene, cineolo, canfora, nerolo e poi zuccheri, limonene, acidi organico, ossalico e malico, cera, lignina e resine, oltre a flavonoidi, tannini, antociani e catechine.

Benefici del Ginepro

La proprietà principale del Ginepro è quella di favorire la diuresi, in effetti aiuta la ritenzione idrica e diminuisce l'acido urico che di solito induce alla gotta, aiuta ad eliminare le tossine e calma la tosse. Il Ginepro si usa anche come pianta da ornamento e le sue bacche sono apprezzate pure in cucina dato che sono digestive e ottime come spezia per le ricette di carne. Con il suo olio si usa fare dei massaggi per lenire i dolori reumatici o il prurito delle punture degli insetti, ma anche per rilassare il corpo con un bagno caldo o nell’acqua per fare il pediluvio.

Le bacche di Ginepro si possono masticare crude oppure con esse si preparano delle bevande e tisane per infusione.

Tisana di bacche di Ginepro


Per preparare una tisana con le bacche di Ginepro se ne prende un cucchiaio ogni litro d'acqua. Dopo aver fatto bollire l'acqua in un contenitore versarle all'interno e chiudere con un coperchio. Togliere le bacche dopo 10 minuti e filtrare, in seguito dolcificare con del miele.

Leggi anche Tisana purificante fai da te

Liquore di bacche di Ginepro


Per ottenere un ottimo liquore con le bacche di Ginepro mettere a macerare 10 gr circa di bacche in un litro di vino insieme ad una scorza di limone per 15 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso