16 Aprile Apr 2018 1519 16 aprile 2018

Perchè i tatuaggi devono essere dispari

  • ...

A tutti capita di vedere una persona con tatuaggi che non piacciono o, al contrario, saltano all’occhio per quanto sono belli. Al giorno d’oggi i tatuaggi non sono più una cosa rara. Sono diventati un trend che continua a svilupparsi sempre di più. Mentre prima i tatuaggi venivano fatti per motivi religiosi o per status sociali, adesso vengono fatti per abbellire il proprio corpo e sentirsi bene con il proprio corpo (leggi anche come mantenere nero il tatuaggio). Ma andiamo a scoprire perché i tatuaggi devono essere dispari. Ma dove nasce questa tradizione?

Il significato dei tatuaggi

Il tatuaggio si fa per rendere indelebile un momento preciso della vita. Molto spesso le persone si fanno un tatuaggio per un loro caro, per la morte di una persona a cui si vuole bene, per la nascita di un figlio, ecc. Ma non solo. I tatuaggi sono anche un modo per comunicare ciò che si pensa o che si ha dentro (leggi anche come scegliere dove fare un tatuaggio).

Perché i tatuaggi devono essere dispari?

Tutti sapranno che, di solito, non ci si fa mai un numero pari di tatuaggi. Questo perché, secondo la tradizione, non avere tatuaggi dispari porta sfortuna. Questo modo di pensare ha cominciato a diffondersi quando i marinai olandesi si tatuavano prima di partire in mare, dopo essere arrivati a destinazione e anche dopo essere tornati a casa. Questo solo la prima volta perché, dalla seconda volta, si tatuavano soltanto alla partenza e al ritorno a casa. Proprio per questo, il marinaio che aveva un numero pari di tatuaggi era ancora in viaggio e quindi lontano sa casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso