31 Marzo Mar 2017 1738 31 marzo 2017

Quali banche concedono mutuo su immobile donato

  • ...

Negli ultimi tempi è sempre più difficile ottenere mutui da parte delle banche, poiché data la crisi che ha colpito molte famiglie e aziende negli ultimi anni le banche valutano a fondo la possibilità di concedere un prestito, e approvano il mutuo solo quando questo è coperto da forti garanzie. Il mutuo è spesso utilizzato o dalle imprese o dalle singole famiglie che richiedono un prestito per comprare una propria abitazione dove vivere. Bisogna stare molto attenti poiché spesso le banche sono restie a concedere mutui quando l’immobile che si va ad acquistare è stato ricevuto dal proprietario a seguito di una donazione. L’istituto della donazione può essere infatti soggetto ad un’azione di revoca da parte di eventuali eredi a cui sono state sottratte i diritti di quota di legittima. Nel caso in cui l’erede impugni la donazione, ottenga tale bene, il proprietario perde l’abitazione e se non riesce a pagare il mutuo la banca non ha più garanzie poiché non può neanche provvedere a ipotecare l’immobile dato che non è più nelle proprietà del titolare del prestito. Un prestito su immobile donato è concesso quando il donatore è deceduto da più di vent’anni, termine in cui decade la possibilità di azione di revoca da parte degli eredi; se il donatore è ancora in vita il prestito può essere concesso se colui che ha donato subentri nel contratto di mutuo come terzo datore di ipoteca. Esistono anche polizze assicurative che coprono i rischi derivanti dall’acquisto di tali beni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati