19 Settembre Set 2017 1425 19 settembre 2017

Acquisto prima casa iva

  • ...

Quando si acquista una cosa bisogna anche pagare alcune imposte, tra cui l’iva. L’ammontare delle spese varia in base alla destinazione dell’immobile (prima casa, seconda casa, ecc) e dal venditore (impresa, privato, ecc). Soprattutto quando si vuole acquistare la prima casa, non si conoscono mai le spese nel dettaglio. Andiamo quindi a capire tutto quello che c’è da sapere su acquisto prima casa e iva.

Iva sull’acquisto della prima casa

Le imposte, come detto anche prima, cambiano in base all’acquisto che si sta facendo. Dunque anche l’iva varia se si tratta di prima casa o seconda casa. Nel caso in cui la prima casa è venduta da un privato, bisogna pagare: l’imposta ipotecaria fissa di 50 euro, l’imposta catastale fissa di 50 euro e l’imposta di registro al 2 per cento. Se invece a vendere è un’impresa costruttrice, che ha terminato i lavori da meno di 4 anni, bisogna pagare: il 4% di iva, l’imposta catastale fissa di 200 euro, l’imposta di registro fissa di 200 euro e l’imposta ipotecaria fissa di 200 euro.

Prima casa: quando si è esenti dal pagamento iva?

Se l’impresa costruttrice ha finito i lavori da più di 4 anni, bisogna pagare: l’imposta ipotecaria di 200 euro, l’imposta catastale di 200 euro e l’imposta di registro. Dal pagamento dell’iva si è completamente esenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso