2 Dicembre Dic 2017 1244 02 dicembre 2017

Come investire in bitcoin in banca

  • ...

I bitcoin sono la moneta virtuale più famosa dei nostri giorni in quanto, negli ultimi mesi, il loro valore è salito esponenzialmente e investitori che hanno comprato qualche bitcoin quando ancora il valore era di pochi euro oggi si ritrovano milionari o persino miliardari. Uno dei punti di forza di questa moneta è che può essere gestita in totale autonomia dagli utenti e non sono necessari interventi di altre parti, quindi sarebbe possibile lasciare completamente fuori le banche, tuttavia alcune persone si sentono più sicure e preferiscono mettere i propri investimenti nelle mani di istituti di fiducia.

Cosa sono i bitcoin

I bitcoin sono fondamentalmente una quantità virtuale che si sposta tra vari nodi all'interno di un database condiviso, in cui si trovano dei blocchi di transazione concatenati tra loro in senso temporale. Naturalmente i bitcoin non possono essere creati dal nulla con un semplice click, quindi tuti gli spostamenti effettuati in passato non possono essere cancellati e gli elementi digitali si possono considerare sicuri.
I conti di bitcoin hanno una chiave privata attraverso cui firmare le varie transazioni, un po' come avviene per la posta elettronica certificata. Il movimento viene diffuso su tutto il network e i minatori che lo controllano aggiungono la transazione ad un blocco che tiene segnate tutte le operazioni eseguite fino a quel momento. Ogni volta che il blocco viene aggiunto si ha la cosiddetta prima conferma, a cui poi si aggiungeranno altre conferme con i blocchi successivi.

Come investire i bitcoin

Come accennato in precedenza, l'investimento dei bitcoin è assolutamente diretto, in quanto l'iniziativa è lasciata completamente in mano al proprietario di un conto. Non esistendo intermediari, ogni utente è completamente libero di vendere una parte o tutti i propri bitcoin, di scambiarli con altri beni o di conservarli per investirli, prevedendo un'ulteriore crescita del loro valore.
Investire bitcoin è relativamente semplice e, nella maggior parte dei casi, si tende ad utilizzare uno dei tanti wallet virtuali, che conservano tutti i bitcoin raccolti. Dai wallet si possono effettuare varie operazioni, tra cui anche il pagamento e il trasferimento dei bitcoin a conti di altri utenti. Dal momento che queste operazioni sono completamente sicure, anche le banche hanno accettato di partecipare al progetto e, chi volesse provare a far fruttare i propri bitcoin, può scegliere di mettere il conto nelle mani della propria banca di fiducia, che sicuramente avrà una conoscenza migliore della materia e delle leggi del mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso