11 Maggio Mag 2017 1209 11 maggio 2017

Stella di natale pianta come mantenerla

  • ...

L’Euphorbia pulcherrima è una pianta selvatica di origine Messicana che riesce a svilupparsi fino a raggiungere un'altezza di circa 4 m, sotto forma di cespuglio molto fitto. Viene utilizzata come pianta ornamentale nel periodo natalizio grazie alla bellezza delle sue foglie verdi e rosse, colori tipici del Natale. Il suo nome è dovuto ai missionari che la trovarono in sud America ma era già conosciuta dagli Aztechi.

È la pianta più diffusa durante le Feste di Natale e viene spesso regalata. Se ne avete ricevuta una potete tenerla tranquillamente in casa scegliendo una stanza ben illuminata ma senza però metterla a diretto contatto con la luce del sole.

Luce e terra

Se non vogliamo che, passato il periodo delle feste, la pianta si rovini ma che cresca anche nei successivi mesi, questa va tenuta in luoghi riparati dal sole, ma soprattutto messa a distanza dai termosifoni, i maggiori nemici delle piante d’arredamento.

È necessario collocare la pianta non al sole diretto ma pur sempre in un ambiente luminoso con una temperatura mai inferiore ai 16°C e ricordarsi di avere cura di controllare che il terreno sia asciutto.

La composizione del terriccio in cui dovrà essere messa a dimora la pianta è fondamentale. Esso deve essere al 50% di torba bruna (o bionda) a struttura grossolana, al 30% terriccio di foglie di bosco, al 10% terra argillosa e al 10% di inerti (argilla espansa macinata o perlite).

Acqua e concimi

Scegliere per la Stella di Natale una corretta posizione nella casa e un buon terreno sono senz’altro gli elementi principali, ma le piante sono esseri viventi fragili per questo dovremo anche preoccuparci di nutrirle correttamente.

L'annaffiatura non deve essere mai abbondante ma moderata (dopotutto la Stella di Natale è una pianta tropicale), lasciando che il terreno si asciughi almeno per due centimetri in superficie. Tale pianta richiede inoltre un'atmosfera ricca di umidità e non deve subire brusche variazioni di temperatura.

La Stella andrà infine concimata una volta al mese con fertilizzanti liquidi a base di fosforo, ferro e potassio diluiti con l'acqua che consentono una maggiore permanenza alle foglie e brattee.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati