19 Settembre Set 2017 1447 19 settembre 2017

Come mantenere stella di natale

  • ...

La stella di natale è una delle piante più regalate e apprezzate nel periodo delle feste natalizie, in quanto è molto bella da vedere e contribuisce a creare quell’atmosfera magica che caratterizza uno dei momenti più belli dell’anno.

È possibile scegliere tra le varianti con le foglie rosse e quelle con le foglie bianche, ma in ogni caso le attenzioni richieste non sono affatto eccessive e bastano poche precauzioni per prendersi cura delle stelle di Natale e farle durare a lungo.

Leggi anche Albero di Natale, le decorazioni negli ultimi 110 anni

Come prendersi cura della stella di natale

Innanzitutto bisogna sapere che la stella di natale è una pianta proveniente dal Messico, quindi non vuole molta acqua, il terreno va bagnato solo quando è quasi completamente asciutto; i ristagni d’acqua sotto al vaso, invece, sono pericolosi e possono far morire molto in fretta la pianta. Le foglie non devono mai essere bagnate, quindi bisogna prestare particolare attenzione durante l’innaffiamento.

Per chi volesse esibire la stella di natale durante tutto l’anno, nel periodo natalizio la pianta va tenuta in casa, in una stanza ben illuminata e arieggiata, al riparo dalla luce diretta del sole. In estate la pianta va tenuta all’aperto, sempre in una zona d’ombra, per evitare che si bruci o le foglie perdano la loro salute. In autunno, con l’arrivo del primo freddo, bisogna portare nuovamente la pianta in casa.

Come far rifiorire la stella di natale

Quando la stella di natale è stata appena comprata, non servono cure particolari e non serve rinvasarla. Il vaso della pianta va cambiato soltanto con l’arrivo dell’estate, in genere nel mese di maggio, o quando le foglie cominciano a cadere. Il nuovo vaso dovrà essere poco più grande, per permettere ai fiori di moltiplicarsi correttamente, con dell’argilla espansa sul fondo, per migliorare il drenaggio.

Una volta cadute le foglie, è possibile far rifiorire la stella di natale. Verso la fine di febbraio bisogna tagliare i rami fioriti per alcuni centimetri, tenere la pianta all’ombra per tutta l’estate e concimare il terreno a settembre. Da settembre a ottobre, nelle ore centrali del pomeriggio, la pianta va tenuta al buio, mentre la mattina servirà una zona luminosa, in modo da avere fiori ancora più belli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso