10 Maggio Mag 2017 1143 10 maggio 2017

Come insegnare a leggere ad un bambino

  • ...

Quando decidiamo di voler insegnare a leggere a un bambino, o vogliamo affiancarlo nel suo percorso scolastico, dobbiamo prima di tutto tener presente che ogni bimbo è un individuo a sé, con i suoi tempi e le sue proprie difficoltà.

Perciò la prima regola da seguire è quella di non creare stress nel piccolo pretendendo che raggiunga anticipatamente determinati traguardi.

L’età più importante per l’apprendimento è quella fra i 3 e i 6 anni, periodo nel quale i bimbi sono come delle spugne e assorbono un grandissimo numero di informazioni.

Stimolare la fantasia

Il primo passo per imparare a leggere è quello di memorizzare bene le lettere dell’alfabeto. Per farlo è fondamentale sfruttare la più grande risorsa che possiedono i bambini: la fantasia. Il modo migliore per memorizzare le lettere è quello di associarle a delle immagini. Per esempio le si può associare ad animali il cui nome inizia con quella determinata lettera. Il passo successivo è quello di associare le lettere ai suoni.

Per affrontare questa fase sono utilissime le “fiabe sonore”. Ascoltando queste favole il bambino, sempre aiutato dalla fantasia, imparerà a collegare il segno grafico della lettera al suono corrispondente. Sempre utilizzando le “fiabe sonore” potremmo avviare i bimbi a un ulteriore passo avanti: quello di distinguere vocali e consonanti per poi procedere combinandole in sillabe.

Portare avanti ciò che si è imparato

Oltre alle fiabe, un sistema che aiuta a sviluppare la memoria consentendo di non scordare ciò che si è imparato è quello di imparare delle canzoncine semplici. Questa è una tecnica usata dagli educatori già negli anni dell’asilo. Quando poi i bambini avranno raggiunto un certa autonomia nella lettura basilare sarà importante stimolare di continuo il loro interesse.

Saranno perciò molto importanti in tal senso i libri illustrati che possono andare a sostituire man mano i libri tattili che si usano nella prima infanzia. In definitiva il consiglio migliore è: genitori, comprate tanti libri ai vostri bambini!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati