10 Febbraio Feb 2017 2306 10 febbraio 2017

Come farsi crescere i baffi a manubrio

  • ...

Legati storicamente ad alcuni celebri personaggi storici come il re Umberto I di Savoia, i baffi a manubrio, sono conosciuti anche come baffi hipster; le estremità di essi assomigliano difatti al manubrio di una bicicletta o di una motocicletta.

Anche se ricordano i tempi più antichi oggi sembrano essere tornati di moda non solo tra i meno giovani, e chi deciderà di farseli non passerà certo inosservato.

Ma come ottenerli?

  • Prima cosa da fare sarà procurarsi gli strumenti necessari: forbici, pettine e cera per baffi, rasoio con accessori di precisione.
  • Sarà poi indispensabile non utilizzare rasoio e lametta per un periodo di almeno due mesi (a seconda anche della velocità di ricrescita della propria barba), nella zona che va da un lato all’altro della bocca sul labbro superiore e sotto il naso.

  • Dopo aver scelto la lunghezza che si preferisce bisognerà modellarli con un rasoio di precisione e poi arricciarli di continuo ai lati per far si che le punte stiano all’insù. La lunghezza potrà variare dal limite del labbro superiore o estendersi fino alle guance.

  • Si dovrà soprattutto però avere l’accortezza di pettinare i baffi a manubrio costantemente con un apposito pettine dal centro verso l’esterno così da insegnare loro in che direzione andare.
  • Non bisognerà mai tagliare o sfoltire i baffi in quanto non si arriverà in tal caso mai alla forma arricciata desiderata.
  • Utile sarà infine applicare la cera per baffi per mantenerli in ordine o il gel per un risultato più duraturo e per metterli in risalto fare almeno ogni due giorni la barba. Chi ne ha voglia potrà utilizzare una piastra di quelle strette per fissare la direzione dei baffi quando sono più lunghi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso