25 Febbraio Feb 2017 0911 25 febbraio 2017

Cosa fare se lui è in crisi

  • ...

“Non so se ti amo come prima”,Ho dei dubbi”, sono frasi che spesso una donna si sente pronunciare dal proprio uomo e che la gettano a volte nella disperazione più totale, soprattutto se arrivano come un fulmine a ciel sereno.

L’amore è da sempre uno dei sentimenti più emozionanti ma anche più dolorosi

E allora come comportarsi se il lui è in crisi e mette in discussione il sentimento e una storia magari che dura da anni?

Consigli utili

Davanti ad lui in crisi prima cosa da fare sarà anzitutto valutare i motivi dei suoi dubbi, senza farsi prendere dal panico e incorrere in decisioni affrettate.

  • Prima Regola: dargli del tempo: se il rapporto dura da anni può capitare anche nelle migliori coppie di avere momenti di crisi, magari perchè si incorre in abitudine e routinne.
  • Tener conto che la crisi di cui parla può esser anche dovuta da fattori esterni, quindi altro errore da non fare è colpevolizzarsi per il suo malessere, ma valutare anche il suo ultimo periodo se ha avuto fattori destabilizzanti.
  • Sbagliato, tenendo conto che gli uomini si sentono ancora più controllati e pressati, cercare di parlarne a tutti i costi esaminando punto per punto il rapporto di coppia e cercando le cose che potrebbero non andare.
  • Mostrargli fiducia e dialogare con serenità: altra regola.
  • Ma attenzione a non accettare nemmeno passivamente le richieste del patner per paura che il rapporto possa davvero finire, magari non accorgendosi che è solo una scusa per dire che è finita o che ha un’altra.

Dunque dopo aver appurato le reali motivazioni ed essersi dati un po' di tempo, se l’amore è ancora vivo e sarà stato solo un momento il rapporto rinascerà più forte e la crisi avrà rafforzato il rapporto, in caso contrario sarà ncessario iniziare ad accettare l’idea che possa esser finita e per quanto difficile ricominciare a camminare da sole.

“Quando si smette di amare, in genere non si ha la pazienza di aspettare che finisca bene. Si cerca la strada più breve: la rottura, la sofferenza. Invece ci vuole lo stesso impegno e la stessa intensità dell’inizio, bisogna superare gli egoismi, vivere questo momento con la stessa passione, far sentire alla persona lasciata tutto il bene che c’è stato: ci vuole amore per chiudere una storia.” Massimo Troisi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati