7 Marzo Mar 2017 1250 07 marzo 2017

Come fasciare il seno

  • ...

Si può aver bisogno o desiderare di fasciare il seno per diversi motivi: quando si è nel cosiddetto periodo di transizione, ossia di cambio sesso, oppure per far cessare la produzione di latte durante l’allattamento o semplicemente per nascondere un seno voluminoso che può imbarazzare.

Che sia per un motivo o per l’altro, la pratica consiste nell’appiattire il seno fasciandolo.

Fascia Contenitiva o Fascia Toracica

La fascia si può trovare nei sanitari e per sceglierla occorre consultare la tabella delle taglie. Per applicarla è sufficiente avvolgerla intorno al petto e fissarla con un cerotto o con un nastro adesivo. Dopo aver indossato la fascia c’è da spingere il seno verso i lati e verso il basso.

Un’aggiunta alla fascia, per comprimere ancora di più, può essere applicare un reggiseno sportivo sopra.

Fasciare il petto con i reggiseni sportivi

Esistono molti tipi di reggiseni che si utilizzano specificatamente per fare attività fisica e hanno la caratteristica di fasciare bene il seno. E’ consigliabile sceglierne uno di lycra e di una taglia più piccola, senza che però impedisca una buona respirazione.

Ottimo è applicare 2 reggiseni sportivi: il primo indossato normalmente, il secondo al contrario, in genere a circa 2-3 cm più in alto rispetto al primo. Anche in questo modo l’appiattimento è assicurato. Se dovesse scivolare via, questo tipo di fasciatura è comunque veloce da aggiustare.

Fasciatura seno “temporanea”

Per una fasciatura temporanea, si può utilizzare una canotta aderente piegata più volte, in modo che ci siano più strati sul petto. Anche se non comprimerà molto, sarà utile comunque per ridurre il volume del seno ed è soprattutto una soluzione comoda.

Ecco invece un articolo su come fasciare il seno per smettere di allattare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati