12 Marzo Mar 2017 1000 12 marzo 2017

Quanti tipi di mal di testa esistono

  • ...

Il mal di testa è forse il più comune dei dolori fisici. Si tratta di un disturbo fine a se stesso e che solo raramente è collegato a patologie più gravi.

Le cause che si celano dietro questo fastidioso dolore possono essere tante, e molte sono ancora ignote. Comunemente il mal di testa viene suddiviso in cefalee primarie, cefalee secondarie ed infine nevralgie craniche.

Cefalee primarie e secondarie: le cause

Le cefalee primarie possono essere causate da tantissimi fattori, ma solitamente per quanto fastidiose non rappresentano un pericolo di morte per l'individuo.

Fattori scatenanti possono essere: reazioni ormonali, mancanza di sonno, fattori ambientali, scorretta alimentazione (calo di zuccheri, eccessiva caffeina, glicemia alta ecc) e l'ansia.

L'emicrania si differenzia dalla cefalea in quanto è più dolorosa ed unilaterale. I disturbi possono essere episodici oppure cronici, cioè che si ripetono ad una frequenza insistente per diversi mesi.

Le cefalee secondarie sono invece quelle legate ad altre patologie, e rappresentano perciò solo un loro sintomo. Tra questi tipi di mal di testa troviamo quelli causati da emorragie cerebrali, ictus, traumi cranici, tumori ed ipertensione.

Le nevralgie craniche sono invece i mal di testa che hanno origine dall'infiammazione di un nervo cervicale o del cranio.

I rimedi più comuni

Spesso per quanto banale il mal di testa possa essere, trovare una cura può essere difficile. La scelta più saggia rimane quella di stabilire un piano di cure con il proprio medico.

Uno stile di vita regolare, con una corretta alimentazione e un ciclo sonno-veglia controllato possono prevenire il problema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso