13 Marzo Mar 2017 2154 13 marzo 2017

Quali armi bianche vanno denunciate

  • ...

Sono molte le persone che amano collezionare cimeli antichi e di pregio, come alcune armi bianche. Non sempre però i collezionisti conoscono le norme e si chiedono se sia necessario avere un porto d’armi per acquistare, spostare o detenere in casa questo tipo di oggetti.

I coltelli propri

Si può fare una prima distinzione all’interno delle armi bianche, dividendole fra coltelli e spade. Nel primo gruppo rientrano quelli a scatto e a doppio filo, oltre ai pugnali, alle baionette, ai tirapugni, ai manganelli estensibili, definiti armi proprie.

Vanno acquisiti e detenuti solo dietro presentazione di porto d’armi o permesso d’acquisto rilasciato dalla Questura di appartenenza.

I coltelli impropri

Si chiamano invece impropri quei coltelli di altre forme e dimensioni, da taglio o da punta. Basta essere maggiorenni per poterle comprare e possedere, ma il porto è permesso solo per giustificato motivo.

Per cui è assolutamente vietato avere con sé una lama in città, mentre è consentito averla per attività di caccia o campeggio o sport.

Le spade

Le spade sono armi proprie, ma possono essere affilate oppure no. Se lo sono, anche queste vanno comprate e detenute solo con il porto d’armi o il permesso della Questura.

Se invece non risultano affilate, sono considerate come un puro oggetto decorativo o sportivo, per cui ogni persona che abbia più di 18 anni può averne una.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso