30 Marzo Mar 2017 1605 30 marzo 2017

Come farsi scomunicare

  • ...

La scomunica è una pratica ancora attuale nella Chiesa. Basti pensare che nel maggio 2014 Papa Francesco ha scomunicato Martha Hiezer, un’insegnante di religione di Innsbruck, e suo marito Gert.

I due coniugi, fondatori del movimento ‘Noi siamo Chiesa’, avevano voluto sfidare il Vaticano sulla faccenda del sacerdozio femminile celebrando la messa senza sacerdoti in casa loro, precisamente ad Absam, un piccolo comune tirolese. Ma cos’è la scomunica e quando avviene?

Cos’è la scomunica e in cosa consiste

La scomunica è una censura ecclesiastica preceduta da un peccato grave. Fino al momento dell’eventuale assoluzione, con la scomunica esclude il battezzato dalla comunione con la Chiesa, impedendogli di ricevere o amministrare sacramenti, senza poter esercitare qualsiasi ministero ecclesiastico. Le scomuniche possono essere due: latae sententiae e ferendae sentientiae. La prima è scaturita da un comportamento delittuoso ed è automatica in quanto non deve essere comminata per forza in modo esplicito. La seconda, invece, stabilita da un organismo ecclesiale.

Farsi scomunicare

Uno dei modi per farsi scomunicare è ad esempio lo sbattezzo. Si tratta di un atto formare in cui si rinuncia al battesimo, un sacramento di adesione per tutte le religioni cristiane. Lo sbattezzo avviene in seguito alla richiesta di cancellazione del proprio nominativo dal registro battesimale della parrocchia di appartenenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso