22 Aprile Apr 2017 0740 22 aprile 2017

Come si autentica una firma

  • ...

L'autenticazione della firma, come suggerisce l'espressione, consiste nell'attestazione da parte di un funzionario preposto, che la firma posta in calce ad un documento sia autentica, dopo aver provveduto a verificare l'identità di tale persona. Tale procedura è obbligatoria per alcune operazioni specifiche, come ad esempio per la compravendita di un'automobile o di una moto. Ecco cosa serve e cosa bisogna fare.

Dova fare l'autenticazione della firma

Tutti i cittadini maggiorenni possono richiedere l'autenticazione della firma presso lo sportello dell'Ufficio Anagrafe del proprio Comune di residenza, portando con sé il proprio documento di identità non scaduto. I cittadini fisicamente impossibilitati a presentarsi presso l'Ufficio comunale, può richiedere l'autenticazione della firma a domicilio.

Solamente i funzionari preposti hanno l'autorità per autenticare la firma e nello specifico sono: il Sindaco, un funzionario incaricato del Sindaco, un segretario comunale, un cancelliere o un notaio.

Quanto costa l'autenticazione delle firma

L'autenticazione della firma è soggetta all'imposta di bollo e ai diritti di segreteria, pertanto il costo complessivo è di circa 16,52 euro, ad eccezione per i casi di esenzione.

Tempi di rilascio

L'autenticazione viene rilasciata immediatamente dopo il termine della procedura, salvo nei casi in cui siano necessarie ulteriori verifiche o approfondimenti, per i quali è previsto un tempo massimo di 5 giorni lavorativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati