3 Maggio Mag 2017 0740 03 maggio 2017

Come rivestire un camino

  • ...

Utilizzando il cartongesso è possibile rivestire un camino per far cambiare aspetto al camino tradizionale in mattoni, e in caso di danni alla struttura.
Il cartongesso verrà infatti fissato sulla superficie con fischer a vite oppure con un collante ignifugo.

Altrimenti, se il rivestimento è composto da una struttura con cappa alta e muratura il cartongesso potrà essere tagliato e sagomato.

Quindi è bene avere a disposizione un metro ed un seghetto alternativo per rivestire il camino non solo di lato, ma comprendendo la cappa e la parte di fronte fino ad arrivare alla bocca.
Essendo il cartongesso un materiale ignifugo che raccoglie calore viene usato anche come isolante termoacustico in quanto trattiene pure il rumore.
La sua superficie sul caminetto sarà calda senza bruciare o provocare scottature esterne.

Termocamini


I termocamini sono davvero molto efficienti dato che scaldano moltissimo, ma non si può dire che siano anche attraenti.

A questo proposito si consiglia di costruire un rivestimento per il termocamino utilizzando delle mattonelle e del cartongesso.
In fase di montaggio sarà utile, dopo aver demolito il caminetto in muratura, costruire un rivestimento di piastrelle su una gabbia, come si suol dire, di cartongesso.

Il risultato sarà strepitoso e veloce la sua realizzazione.

Quindi, mettere in bolla il termocamino agendo sui piedini a vite e montare la canna fumaria d’acciaio controllando la tenuta.
La gabbia che sostiene il cartongesso verrà fissata ai montanti con tasselli a muro e squadrette metalliche.
I pannelli di cartongesso vengono tagliati a misura e fissati sulla gabbia ed infine il rivestimento del termocamino sarà concluso con la posa delle mattonelle.
Il camino diventerà strepitoso e sarà pronto per essere addobbato per esempio per Natale o per una festa tra amici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati