31 Maggio Mag 2017 0856 31 maggio 2017

Cosa fare se occupano casa

  • ...

La grave crisi economica che ha colpito l’Italia in questi ultimi anni e la forte immigrazione, hanno dato il via ad un triste fenomeno: l’occupazione abusiva delle abitazioni. Seppur non tutti i casi di cronaca siano risultati essere veritieri, diverse storie lo erano, soprattutto per gli alloggi popolari in cui risiedevano persone anziane.

In caso di occupazione abusiva degli appartamenti altrui, come può tutelarsi il proprietario? Quali soluzioni sono previste dalla legge italiana?

Cosa fare in caso di occupazione abusiva della casa

Il nostro codice civile protegge il possesso di un bene che sfortunatamente in questo caso si rivela essere un’arma a doppio taglio. Secondo la legge italiana per “possesso di un bene” si intende la relazione di fatto tra la cosa e il soggetto che la utilizza come se fosse il proprietario (anche qualora non lo fosse).

Anche se in mala fede l’abusivo esercita il possesso della casa e starà quindi al legittimo proprietario dimostrare il contrario, come? Solamente intentando una causa attraverso il procedimento d’urgenza, aggiungendo anche una denuncia penale per invasione di terreni o edifici.

Cosa non si può fare secondo la legge, in caso di abitazione occupata

Secondo la legge italiana al padrone di casa non è permesso cambiare la serratura, poiché commette il reato di esercizio abusivo delle proprie ragioni, oltre a violare il possesso altrui.

Chiamare i carabinieri risulta essere la naturale prima soluzione, tuttavia essendo un’amministrazione dello Stato, non possono intervenire senza l’autorizzazione emessa da un ordine del giudice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati