13 Giugno Giu 2017 2028 13 giugno 2017

Come dipingere su tela

  • ...

L'arte è un mondo a cui sempre più persone amano avvicinarsi, in quanto consente di esprimere parti inedite e nascoste della propria personalità, che si tratti di scultura, pittura, o altro.

Ovviamente nessun periodo artistico ha dimostrato come la contemporaneità quanto non sia indispensabile avere un talento straordinario per diventare grandi artisti: nel caso della scultura c'è bisogno di tecnica, manualità e tanto tempo per imparare e mettere in pratica, mentre per dipingere bastano fantasia, creatività, emotività, per realizzare qualcosa di unico e di valore.

In pochi passaggi è possibile avvicinarsi al mondo della pittura su tela e raggiungere da subito risultati soddisfacenti e di buona qualità.

I materiali necessari

Innanzitutto per dipingere su tela servono ovviamente una tela, una tavolozza, dei colori a tempera o ad olio, a seconda dei gusti, dei pennelli di materiali e dimensioni diverse, delle spatole per stendere uniformemente il colore e i solventi per diluire e pulire i colori; per chi vuole ottenere risultati migliori si possono acquistare anche dei medium, ovvero soluzioni liquide che si mischiano ai colori e velocizzano l'essiccamento dopo la stesura.

Come scegliere e stendere i colori

Per prima cosa bisogna decidere quali colori sono necessari: naturalmente oggi è più facile sintetizzare e reperire le varie tinte, rispetto a quanto succedeva secoli fa. I colori fondamentali sono il nero, il bianco, il giallo, il rosso, il blu, poi da essi si possono ottenere tutte le altre sfumature, come il verde, l'arancione, il viola, il marrone e il grigio. Per chi non è pratico il consiglio è di comprare magari tutti i colori già pronti e sperimentare poi strada facendo le differenti tonalità.

C'è poi da decidere quanto diluire le tempere: è possibile usarle pure, consumando più colore e ottenendo un risultato più pastoso, oppure allungarle con acqua o acquaragia, o addirittura mischiare e diluire i colori direttamente sulla tela, ma queste operazioni sono già un po' più complicate. Per quanto riguarda i pennelli i migliori sono quelli di setola, facili da pulire anche semplicemente con acquaragia e un comune sapone neutro.

La fase di pittura

Quando tutto è pronto bisogna accertarsi che la tela sia stata trattata precedentemente con sostanze che garantiscono una buona scorrevolezza del pennello, ormai quasi tutte le tele in commercio ricevono questo trattamento. Ora è veramente tutto pronto per dipingere. Si possono utilizzare sia pennellate leggere e fini che larghe e ricche di tempera, dipingendo ad olio c'è anche la possibilità di rimediare ad eventuali errori e sperimentare a piacimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso