13 Giugno Giu 2017 1514 13 giugno 2017

Come misurare un anello

  • ...

Gli anelli sono da sempre un oggetto prezioso e, prima di tutto, un simbolo importantissimo per tutte le coppie che vogliono testimoniare il loro impegno verso il coniuge. Ovviamente non è necessario essere fidanzati o sposati per regalare un anello a qualcuno o a se stessi.

A volte si possono acquistare anelli già fatti, visti in qualche vetrina e amati sin da subito, in altre occasioni capita invece di desiderare un modello preciso e di chiedere ad un gioielliere o ad un professionista del settore di realizzarne uno su misura. In questi casi diventa allora necessario sapere quanto misura il nostro dito o quello della persona a cui dobbiamo fare il regalo.

Se non si ha a portata di mano uno strumento professionale per la misurazione o un sizer, ci sono svariati modi per sapere quanto misura un dito o, naturalmente, quanto misura un anello.

Misurazione dell'anello attraverso fascette metalliche

Il primo metodo consiste semplicemente nell'acquisto di una di quelle classiche fascette metalliche per stringere i tubi, che si possono trovare anche presso un ferramenta di modeste dimensioni. Bisogna prendere la fascetta e stringerla al dito di cui ci interessa la misura, finché non calza perfettamente, in questo modo si hanno sia la circonferenza che il diametro del dito, a seconda della misura che serve.

A questo punto basta andare a misurare gli anelli che interessano, per vedere se possono calzare, oppure informare il gioielliere delle misure per ordinare l'anello adatto. In alternativa si può ricorrere alla classica tabella delle misure, per confrontare e capire attraverso di essa quali anelli sono della taglia giusta.

Misurazione dell'anello attraverso coni di carta

Un secondo modo altrettanto semplice e rapido per misurare la circonferenza del proprio dito o di un anello è il cosiddetto metodo del cono di carta, che però può funzionare solo se si ha già a disposizione un anello e si vuole sapere quanto misura.

Per applicare questo sistema è necessario prendere un foglio di carta e arrotolarlo a forma di cono, stringendolo il più possibile; bisgna poi prendere l'anello di cui si vogliono conoscere le dimensioni e farlo scorrere sul cono fino a quando non inizia a fare resistenza e si blocca, stando attenti che durante l'operazione il cono non venga schiacciato.

Con una penna o una matita si traccia un cerchio intorno all'anello nel punto in cui è a contatto con la carta, poi si sfila l'anello, si srotola il cono e con un righello si misura la lunghezza del segno di penna o di matita, in modo da sapere con esattezza la circonferenza interna dell'anello.

Alcune precauzioni per comprare un anello di giuste dimensioni

A prescindere dalle modalità attraverso le quali si misura un anello, è bene ricordare che gli anelli non devono essere mai troppo stretti, perché la circolazione sanguigna ne potrebbe risentire; in estate e nei periodi di affaticamento, inoltre, il dito tende naturalmente a gonfiarsi, dunque l'estrazione dell'anello potrebbe diventare impossibile o comunque complicata.

Il consiglio è di acquistare anelli che scorrano facilmente su e giù per il dito, senza sforzare o scivolare via troppo facilmente. Se, come succede a molti uomini, si hanno nocche un po' più grandi rispetto alla parte bassa del dito, si deve cercare una misura precisa per le nocche e un po' più larga nella parte del dito vicino al resto della mano, oppure si può andare sul sicuro optando per gli anelli a misura regolabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso