16 Giugno Giu 2017 1022 16 giugno 2017

Come andare a cavallo

  • ...

L'equitazione è uno sport molto utile e soprattutto difficile, perché magari in molti si cimentano qualche volta in cavalcate più o meno lunghe, ma saper montare e guidare un cavallo alla perfezione è un'arte lunga da imparare e che richiede tantissimo allenamento. Ovviamente da qualcosa bisogna pur partire, quindi c'è una serie di accorgimenti che chi si appresta a cavalcare per la prima volta può seguire, per non farsi trovare totalmente impreparato.

Le parti del corpo potenziate dall'equitazione

Innanzitutto, va specificato che, anche se potrebbe non sembrare, cavalcare è un ottimo allenamento fisico, che fa lavorare tante parti del corpo. Per rimanere in sella con la giusta posizione servono: i due interno coscia, per far muovere il cavallo e indicargli la direzione da seguire; il lavoro congiunto di schiena, gambe e addominali per andare al trotto rimanendo in posizione eretta; di nuovo gambe e addominali più i glutei per mantenere le andature da seduti. Inoltre più il cavallo più veloce più i battiti del cuore aumentano, quindi cavalcare aiuta a bruciare calorie e a sollecitare l'intero sistema cardiovascolare.

L'abbigliamento per cavalcare

Per praticare l'equitazione servono pantaloni lunghi e resistenti, per proteggere le gambe dallo sfregamento contro sella e cavallo. Per quanto riguarda le scarpe meglio usarne un paio chiuso con un piccolo tacchetto per far sì che il piede non scivoli nella direzione sbagliata. Il resto dell'abbigliamento deve essere comodo e privo di accessori che possano impigliarsi, come le sciarpe.

Serve sempre indossare un casco e procurarsi anticipatamente l'attrezzatura per cavalcare in sicurezza, magari chiedendo l'aiuto di qualche professionista. Un altro utile consiglio è di bere parecchio e a più riprese, soprattutto nei giorni più caldi, perché come si diceva questa attività brucia molte calorie, quindi si rischia facilmente la disidratazione.

Come rivolgersi al cavallo

Per quanto riguarda l'approccio al cavallo, è fondamentale cercare di conoscere da subito l'animale e mettersi in contatto con lui, magari mettendoglisi di fronte, leggermente alla sua sinistra. Durante la cavalcata bisogna mantenersi sempre leggermente a sinistra del cavallo, mentre con la mano destra si devono tenere le redini appena sotto la testa dell'animale.

Per salire in groppa al cavallo conviene aiutarsi con qualche gradino, almeno fino a quando non si acquisisce sicurezza: con la mano sinistra ci si deve attaccare alle redini, mentre con la destra bisogna appoggiarsi alla sella per darsi la giusta spinta. Quando si impartiscono i comandi bisogna farlo in maniera dolce e con voce non troppo alta, per non spaventarlo con rumori forti e improvvisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati