2 Luglio Lug 2017 1533 02 luglio 2017

Come fare per non scottarsi al sole

  • ...

Con l'arrivo dell'estate l'abbronzatura diventa uno dei primi pensieri di tante persone, tuttavia il rischio è di incorrere in ustioni, disidratazione e altri problemi. Soprattutto chi ha una pelle chiara, si preoccupa delle vacanze al mare in montagna, perché sa bene che la propria pelle, ai primi contatti col sole, rischia di arrossarsi, scottarsi e riempirsi di eritemi. Seguendo pochi, semplici accorgimenti si può riuscire a prendere un bel colore senza troppi problemi.

Il rischio di tumori e nei

Chi ha lentiggini e nei deve stare molto attento, in quanto è naturalmente predisposto a scottarsi con maggiore facilità e potrebbe avere parecchi danni nel tempo. La pelle ha una sorta di memoria che accumula il sole preso e col passare degli anni potrebbe subire più facilmente la formazione di tumori cutanei. In questi casi è bene non esporsi mai al sole senza essersi spalmati addosso una protezione, con fattore protettivo pari o superiore a 30.

Quando e dove abbronzarsi

Non bisogna esporsi al sole nelle ore più calde e comunque indossare protezioni come occhiali da sole e cappellini è sempre meglio. Il sole di città non fa meno male di quello di mare o di montagna, bisogna usare sempre creme protettive e idratanti, per contrastare l'effetto di filtri UVA e UVB. La crema va applicata diverse volte al giorno, anche nei momenti in cui si sta all'ombra, perché c'è il rischio del riverbero.

Non ci si abbronza solo al mare, infatti in montagna il rischio di scottature è ancora più frequente, dal momento che l'aria fresca fa sembrare naturalmente il sole meno forte, portando a trascurare o ignorare il problema. La radiazione solare in montagna aumenta sensibilmente del 6% ogni 1000 metri di altezza, quindi ci si abbronza di più e più in fretta e la protezione necessaria è ovviamente maggiore.

Come prendere il sole

Chi ha la pelle particolarmente chiara potrebbe abbronzarsi camminando o comunque rimanendo in movimento, per evitare arrossamenti e irritazioni. Questa pratica è generalmente consigliata e indicata per chiunque, visto che chi si abbronza facendo attività fisica viene colpito più uniformemente dai raggi del sole e ha un colorito più omogeneo.

Quando si torna a casa, dopo essersi fatti la doccia, si può utilizzare un prodotto doposole con proprietà lenitive e idratanti, per fissare l'abbronzatura e reidratare la pelle; bisogna ricordare che l'abbronzatura attacca meglio quando la pelle è ben idratata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso