2 Luglio Lug 2017 1511 02 luglio 2017

Come rinfrescarsi d'estate

  • ...

L'estate è sempre molto attesa dai più grandi e dai più piccoli, tuttavia alla possibilità di andare al mare, abbronzarsi, fare il bagno e avere parecchie giornate di sole, si lega inevitabilmente l'arrivo di caldo e afa, con parecchi problemi di disidratazione e di pressione, ustioni e insolazioni. Per reagire al caldo l'organismo cambia i propri processi di bilanciamento ed espelle l'energia termica assorbita attraverso la respirazione e la sudorazione, eliminando il calore accumulato dagli sforzi, dall'attività muscolare, dalla tensione emotiva e dall'alimentazione. Il corpo manda segnali precisi, coglierli permette di non correre troppi rischi quando le giornate si fanno più calde.

L'alimentazione

Per prima cosa, il caldo va combattuto seguendo pochi, semplici accorgimenti alimentari. Bisogna scegliere alimenti e bevande salutari, facili da digerire e dissetanti. Tra la verdura, vanno consumati lattuga, broccoli, spinaci, sedano, cavolo verde e melanzane; tutta la frutta e la verdura di stagione devono essere consumate con regolarità, sia cotte che crude, più volte al giorno. Per quanto riguarda la frutta, si consigliano fragole, melone, mele, pompelmi e angurie, tutti frutti ricchi di acqua e di zuccheri; la frutta è adatta a spuntini in mezzo alla giornata, per mantenere il corpo idratato.

Le bevande

In estate bisogna bere almeno due litri di acqua al giorno, bevendo con regolarità e a piccoli sorsi. Non bisogna aspettare di sentire la sete, perché ciò significherebbe che si è già parzialmente disidratati. Chi vuole può aiutarsi dividendo la razione giornaliera di acqua in quattro bottigliette da mezzo litro. Ovviamente qualsiasi tipo di bevanda va ugualmente bene, quindi si può optare anche per i tè o per le tipiche bevande estive a base di menta. Sarebbe meglio evitare sostanze ricche di zuccheri o dolcificanti, caffè, cioccolate e alcolici.

Altri consigli

Per evitare il surriscaldamento corporeo si devono evitare esposizioni prolungate al sole nelle ore centrali della giornata; conviene rimanere all'ombra e concedersi le attività fisiche solo nelle ore fresche. Non si devono assolutamente indossare fibre sintetiche, è meglio optare per quelle naturali, come il cotone e il lino. Infine, non si devono fare pasti pesanti e molto salati, sarebbe preferibile fare magari cinque o sei pasti più piccoli e leggeri al giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati