2 Luglio Lug 2017 2147 02 luglio 2017

Cosa bere per idratarsi in estate

  • ...

L'estate è amata dai bambini e dagli adulti, le giornate si allungano, il sole splende alto e le temperature permettono di andare al mare o in vacanza. Purtroppo però a volte il caldo è eccessivo e si rischia di andare incontro a parecchi problemi, tra cui la disidratazione.

Per non correre troppi rischi è sufficiente rinfrescarsi e bere molto, perché con il caldo l'organismo cambia i propri metabolismi e ha bisogno di rimanere ben idratato per poter funzionare correttamente.

Perché bere molta acqua

Mediamente è sufficiente bere otto bicchieri d'acqua al giorno, che corrisponderebbero più o meno ai due litri d'acqua generalmente consigliati dagli esperti, per sopperire alle perdite di liquidi giornaliere.

Bevendo molto acqua, si hanno importanti vantaggi:

  • il sangue risulta più fluido e gli organi faticano meno;
  • il cervello è più efficiente;
  • la pelle è maggiormente luminosa e i capelli più lucidi;
  • la digestione è facilitata; si avverte meno la fatica;
  • diminuisce la cellulite.

A volte non si beve perché non si avverte la sete e ci si dimentica della "regola dei due litri", tuttavia bisogna evitare di aspettare lo stimolo della sete, in quanto esso è il primo segnale di disidratazione.

Bevande alternative all'acqua

In alcune occasioni l'acqua non invoglia e non appare sufficientemente invitante. In questi casi si può optare per drink più invitanti e ugualmente benefici.

  1. Quando ci si sveglia si può bere una bella limonata, non troppo fredda o un bicchiere di acqua con un cucchiaio raso d'argilla verde ventilata.
  2. Durante la mattinata si può bere un bicchiere di latte di miglio o una tazza d'orzo, entrambi ricchi di minerali e perfetti come alternativa al classico cappuccino.
  3. Subito dopo il pranzo sono consigliate tisane digestive come quelle a base di melissa, menta o verbena, mentre nel pomeriggio è adatto un bicchiere di karkadè, per abbassare la pressione e facilitare la digestione.
  4. Nel tardo pomeriggio, per il tipico aperitivo, sarebbe bene lasciare da parte bibite alcoliche o gassate. Una bibita perfetta sarebbe il lassi, di origine indiana e preparata con dello yogurt o del succo di pomodoro, bevanda sempre più apprezzata e diffusa.
  5. Dopo la cena si può optare per una tazza di tè verde o la famosissima camomilla, leggera e adatta a digerire.
  6. Il tè verde è una bevanda da consumare in qualsiasi momento del giorno, in quanto è estremamente dissetante anche se, contenendo caffeina, forse non è molto adatto da bere prima di andare a dormire. La camomilla invece può rilassare quando si preferisce.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso