27 Luglio Lug 2017 0906 27 luglio 2017

Come fare per non prendere la scossa elettrostatica

  • ...

A tutti noi è capitato almeno una volta, soprattutto durante le giornate ventose o quando le temperature sono particolarmente rigide, mentre chiudiamo lo sportello dell'auto o spostiamo la sedia in ufficio, di prendere quella fastidiosa scossa elettrostatica.

Queste scariche, infatti, possono essere prese più facilmente quando entriamo in contatto con oggetti che accumulano le cariche elettriche oppure ne sono conduttori (vestiti di lana, sintetici, maniglie in metallo ecc...).

Le scosse vendono quindi generate per la conseguente ridistribuzione dell'accumulo dell'elettricità statica su due corpi o oggetti differenti (uno con carica positiva e l'altro con carica negativa), fortunatamente seguendo alcuni piccolo accorgimenti è possibile evitarle, vediamo come fare.

Aumentare il livello di umidità

L'elettricità statica si forma principalmente negli ambienti in cui è presente un'aria molto secca, l'umidità rappresenta un'ostacolo al suo accumulo. Per tale motivo è bene, soprattutto durante i mesi invernali, utilizzare un deumidificatore in ufficio e/o in casa (in questo caso anche far bollire l'acqua in una pentola si rivela un'ottima soluzione.

Indossare scarpe con la suola in cuoio

Mentre si cammina si può accumulare la carica elettrostatica e le scarpe con la suola in gomma fungono da conduttori. Per evitare di essere colpiti da tali scariche è bene indossare scarpe con la suola in cuoio, materiale che ne riduce notevolmente il rischio.

Eliminare l'elettricità statica dai vestiti

Un altro ottimo rimedio è eliminare l'elettricità statica direttamente dai vestiti, basta aggiungere un po' di bicarbonato o dell'aceto al detersivo della lavatrice. In questo modo si creerà una sorta di barriera impedendo alle cariche positive e negative di produrre elettricità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso