22 Agosto Ago 2017 1153 22 agosto 2017

Come sopportare il caldo estivo

  • ...

La bella stagione, attesa per mesi dagli amanti del caldo e del mare, può spesso portare ad ondate di calore con temperature eccessivamente elevate, che rischiano di causare parecchi disagi a chiunque, al mare, in città e in montagna.

Seguendo poche semplici indicazioni è tuttavia possibile limitare gli effetti del caldo ed evitare quanto meno i problemi e i principali segnali di sofferenza dovuti alle ondate di calore, come senso di spossatezza, mal di testa, debolezza, svenimenti, sete costante, crampi muscolari o tachicardie, temperatura corporea troppo alta.

Cosa fare dentro casa

In casa bisogna evitare di tenere le finestre aperte nelle ore più calde, mentre si può approfittare di quelle più fresche per areare un po’ le stanze. I condizionatori possono essere dei validi alleati, ma la temperatura interna deve essere al massimo inferiori di 5/6 gradi rispetto a quella esterna, per evitare sbalzi di calore.

Leggi anche "Come fare un condizionatore fai da te"

Sarebbe meglio procurarsi anche un deumidificatore, perché è importante che l’aria rimanga secca e non favorisca la proliferazione di batteri e muffe.

Cosa fare di notte

Per evitare di sentire troppo caldo di notte conviene indossare pigiami in cotone e usare lenzuola dai colori chiari, sempre in cotone. Una doccia fresca può favorire il sonno, mentre una doccia calda aiuta a sentire meno caldo per un po’.

Per ridurre il calore prodotto, conviene spegnere tutti gli apparecchi elettronici in casa, evitando così anche di sprecare energia elettrica. Per cena sarebbe bene consumare qualcosa di poco pesante, senza cucinare con i fornelli o con il forno.

Altri consigli generali

Durante il giorno bisogna evitare di uscire nelle ore più calde, tra le 11 e le 18, indossare abiti chiari, non aderenti e realizzati con fibre fresche e naturali, come il cotone o il lino. In una giornata bisogna bere almeno due litri d’acqua, senza aspettare di avere sete, in quanto la sete è già un primo segnale di disidratazione.

I pasti consumati devono essere leggeri, con carne bianca, pesce e tanta frutta e verdura; vanno evitati alcolici, caffè e bevande zuccherate, troppo calde o troppo fredde.

Leggi anche "Consigli per anziani estate"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso