16 Settembre Set 2017 0949 16 settembre 2017

Come fare voltura contratto gas

  • ...

Uno dei primi pensieri quando ci si trasferisce in una casa è il cambiamento dell’intestatario del gas, della luce o dell'acqua, dal precedente inquilino che vi abitava all'inquilino entrante (se la casa è già stata abitata e dunque se le utenze risultano attive). Nel caso del gas si parla di voltura del gas. Tecnicamente si tratta della cessazione dei servizi in precedenza intestati al cliente uscente, con conseguente trasferimento, tramite l’attivazione di un nuovo contratto con i medesimi servizi al cliente entrante.

Come si fa?

Innanzitutto si può parlare di voltura può con accollo o senza accollo.

Il primo caso è quello in cui vengono conservate le medesime condizioni contrattuali stipulate dal precedente inquilino, nel secondo invece, il nuovo lnquilino decide di stipulare un nuovo contratto con nuove condizioni.

In entrambi i casi, la prima cosa che bisognerà fare affinché venga modificato il nome dell’intestatario sulla bolletta del gas sarà essere in possesso di:

  • dati del precedente e del nuovo intestatario, vale a dire nome cognome, carta d’identità codice fiscale;
  • indirizzo nuovo intestatario e vecchio intestatario al quale verrà inviata la bolletta di chiusura;
  • lettura del contatore, nonché il codice PDR reperibile da una bolletta del precedente; inquilino o numero di matricola che si trova sul contatore del gas;
  • codice Iban nel caso si decida di pagare con addebito direttore.

Dovrà poi essere fatta richiesta al fornitore delle utenze che a sua volta si rivolgerà al distributore e verranno così inviati a casa i documenti per poter confermare la richiesta

Costi e tempistiche

Per ciò che concerne i costi della voltura essi variano a seconda del distributore locale e vengono indicati nel contratto.

Per le tempistiche:

  • la voltura con acccollo sarà attiva dal primo giorno del mese successivo a quello in cui la richiesta è avvenuta dopo aver ricevuto tutta la documentazione;
  • la voltura senza accollo invece avviene direttamente senza dover attentere la ricezione della documentazione.

Subetro del gas

Si parla invece di subentro quando vi si trasferisce in una nuova abitazione dove non ci siano mai stati contratti o dove il vecchio inquilino abbia cessato il contratto e disattivato il contatore. In tal caso va riattivata da capo la fornitura del gas scegliendo il contratto che si preferisce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso