30 Novembre Nov 2017 1158 30 novembre 2017

Come fare olio di mandorle in casa

  • ...

L’olio di mandorle è un valido alleato per tutti coloro che vogliono prendersi cura del proprio corpo e ci tengono ad avere sempre un bell’aspetto. Nei negozi di erboristeria e nei supermercati non è difficile trovare prodotti già pronti, tuttavia preparare autonomamente l’olio di mandorle e arricchirlo con qualche olio essenziale può essere una soluzione conveniente dal punto di vista del costo e soprattutto efficace, perché quest’olio combinato con altre sostanza può dare risultati davvero sorprendenti.

Come preparare l’olio di mandorle

Per preparare l’olio di mandorle servono un macinino o qualcosa di simile, un frullatore e il materiale necessario alla bollitura. Gli ingredienti sono altrettanto semplici: mandorle, olio e acqua. La prima fase è quella della macina, in cui le mandorle vanno schiacciate bene fino ad ottenere un impasto un po’ appiccicoso. Bisogna prendersi tutto il tempo necessario a sminuzzare bene ogni residuo.

A questo punto il composto ottenuto va frullato lentamente, aumentando progressivamente la velocità. Alla fine si dovrebbe ottenere una palla abbastanza consistente. Per quanto riguarda le dosi, mediamente con un paio di tazze di mandorle si otterranno alla fine circa 4 o 5 cucchiai di olio. L’impasto va poi sistemato in una pentola e allungato con l’acqua.

Per la bollitura serve naturalmente portare ad ebollizione il composto di mandorle frullate ed acqua. Questa fase serve a far amalgamare bene il tutto, quindi è necessario controllare costantemente la miscela, per verificare che il processo avvenga correttamente. Alla fine le particelle d’olio di mandorla si saranno staccate completamente e si potrà procedere con l’ultima fase.

In conclusione va aggiunto l’olio. Questa fase in realtà inizia già durante la separazione delle particelle dalle mandorle bollite: mentre le particelle si staccano e respingono le molecole di acqua, bisogna aggiungere un cucchiaio d’olio. L’operazione va ripetuta qualche volta, in modo da favorire la separazione dal composto. A preparazione ultimata, dopo qualche minuto si deve versare l’ultimo cucchiaio d’olio e far completare il raffreddamento, fino a quando lo strato di olio in superficie non diventa più spesso, assumendo un colore giallo scuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso