20 Marzo Mar 2017 1240 20 marzo 2017

Quale tipo di avvocato guadagna di più

  • ...

La professione di avvocato è da sempre tra le più affascinanti e, generalmente, tra le più remunerate. Purtroppo anche il settore dell’avvocatura in questi anni è un po’ in crisi, in particolare per l’alto numero di professionisti abilitati, che si fanno concorrenza e mettono in forte difficoltà chi si sta appena affacciando su questo mondo.

Per diventare avvocato non basta avere una laurea in giurisprudenza: finita l’università, bisogna svolgere qualche anno di praticantato presso studi legali, spesso senza essere pagati, o guadagnando appena poche centinaia di euro. Fatto ciò, prima di potersi iscrivere all’Albo e iniziare la propria carriera da avvocato, si deve superare il celebre esame di stato.

I tipi di avvocato

I tipi di avvocato sono veramente tanti e negli anni stanno emergendo sempre nuove specializzazioni. Fondamentalmente, si possono trovare avvocati civilisti o penalisti. L’avvocato civilista è esperto di diritto civile e si occupa di cause che prevedono la risoluzione della contesa col pagamento di una multa; ci sono molti tipi di avvocati civilisti: i più diffusi sono i divorzisti o matrimonialisti, i tributaristi, gli amministrativi, gli avvocati del lavoro.

Gli avvocati penalisti si occupano invece del diritto penale e dei relativi reati, che sono punibili anche con la reclusione. Come nel caso dell’avvocatura civile, esistono diversi avvocati penalisti, in genere specializzati in base ai possibili tipi di reati.

Esistono infine gli avvocati ecclesiastici, che costituiscono una tipologia un po’ particolare, in quanto svolgono attività di difesa nei tribunali ecclesiastici e sono esperti del diritto canonico, con procedure e percorsi formativi diversi dagli altri settori. Per diventare avvocato ecclesiastico serve una laurea in diritto canonica, conseguita esclusivamente presso l’Università Pontificia.

I guadagni di un avvocato

Gli avvocati civilisti guadagnano meno dei penalisti, in quanto si occupano di reati meno gravi e sono molti più rispetto agli abilitati dell’altra categoria. A peggiorare la posizione dei civilisti c’è il fatto che nei processi civili ci si può difendere anche da soli. La categoria dell’avvocato d’ufficio, molto presente in America, è pressoché inesistente in Italia, dove tale figura è in genere ricoperta da un libero professionista assegnato dallo Stato ad un processo penale in cui l’imputato non ha provveduto da sé alla ricerca di un difensore.

È difficile fare una stima dei guadagni di un avvocato, tendenzialmente il guadagno di un titolare di studio è superiore ai 3000 mensili, mentre quello di un avvocato alle dipendenze di uno studio varia tra i 1200 e i 2500 euro mensili. Ci sono anche avvocati che guadagnano 100000 euro al mese, ma tutto dipende dall’ampiezza della clientela e dal tipo di cause che vengono assunte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso